VallErroSport: prima manifestazione del Comitato promotore Valle dell’Erro “lo sport per tutti”

Dal 25 al 28 agosto 2016, tra le diverse manifestazioni promosse sul territorio del Geopark del Beigua, quest’anno s’inserisce una particolare iniziativa che ha l’obbiettivo di promuovere in valle la pratica sportiva per tutti.

Si tratta di manifestazioni, ideate dal comitato “VallErroSport”, che si sviluppano tra Pontinvrea, Mioglia e Pareto e che vanno dallo sport con stage tecnico di calcio non vedenti con tecniche e competenze professionali già collaudate ma assai poco note ai più, alla danza sportiva, al raduno cicloturismo di MTB ed Handbike per dare modo di ammirare le bellezze e la tranquillità della Valle dell’Erro, al battesimo della sella offerto dall’Associazione Ippica Le Rocce con i loro splendidi cavalli, allo spettacolo con il teatro di Gilberto Govi, a un’esibizione musicale eseguita da due atleti non vedenti i “Blu Traffic Light, all’intrattenimento con prove di integrazione attraverso un’ Apericena al buio servito dai ragazzi della squadra di calcio non vedenti, per giungere poi ad un interessante incontro conoscitivo della pet therapy dell’associazione Argo Genova per poter apprezzare non soltanto gli animali ma la simpatica intesa con conseguente benefico per l’utilizzatore, per determinate patologie.


Da una lettera d’intenti che il Comitato Promotore per il “Centro Sportivo per tutti Valle dell’Erro” ha sottoscritto con i comuni di Pontinvrea, Mioglia e Pareto, «in sinergia con i comuni e le realtà economiche e sociali del territorio, si prefigge di coniugare lo sport con ambiente, territorio, sviluppo, recupero, integrazione, ricerca e formazione. La sinergia con i comuni parte dalla concreta prospettiva di utilizzo continuativo degli impianti sportivi e strutture ricettive già esistenti e attualmente poco utilizzate».

Il comitato “VallErroSport” è associazione di volontariato costituita nel mese di Marzo 2016 da un idea di Piero Maresca, attuale segretario del comitato, che dopo quarant’anni di impegno sportivo nella vela, ha collaborato col Comitato Italiano Paralimpico per la promozione della vela tra persone con disabilità, l’idea proposta, insieme ad altri amanti dello sport come Giancarlo Di Malta tecnico e dirigente sportivo dello sport paralimpico da oltre vent’anni, (fondatore della ASD Liguria Calcio per non vedenti) , come Gaetano Cuozzo profondo conoscitore della scuola e che da presidente del Comitato Italiano Paralimpico della Liguria, ha dato e continua dare impulso e motivazioni sempre nuovi per lo sviluppo dello sport paralimpico, come Massimiliano Tonon che negli anni ’90 ha dominato le competizioni internazionali paralimpiche di tiro al volo e altri hanno fondato il comitato che dopo mesi di lavoro nella parte amministrativa muove i suoi primi passi pubblici con questa iniziativa.

Il grosso lavoro svolto nei mesi passati ha portato ad importanti sinergie, in primis con gli enti sportivi di riferimento, CIP per il paralimpico e CONI per l’olimpico, lo sport inteso come qualità della vita che non fa distinzioni, ma produce integrazione, nella sua declinazione universale di linguaggio comune.

Altre sinergie importanti con INAIL attuate in applicazione della convenzione e gli sportelli territoriali INAIL/CIP, con enti di promozione sportiva presenti sul territorio, con associazioni, con il mondo universitario come il Politecnico di Torino col quale si vuole affrontare la tematica delle costruzioni “biologiche” e molti altri sono gli incontri in programma con aziende all’avanguardia nell’elettronica applicata alla mobilità e nella ricerca, sinergie che possono trasformarsi in risorsa economica per l’intera zona.

VallErroSport ha elaborato con i futuri partner un’intesa programmatica innovativa col mondo dello sport, della medicina, della ricerca scientifica e tecnologica. Rivisitare ciò che già c’è, siano strutture sportive e ricettive o semplici percorsi e strade, con i più innovativi criteri architettonici per l’ottimale godimento, attenti alla valenza biologia ed ambientale di questa bella zona, proprio con lo scopo di offrire un’ospitalità adeguata ed un contenimento dei costi tale da consentire l’utilizzo delle strutture anche nel periodo invernale.

VallErroSport, spiega Piero Maresca, «nell’ambito del Geo park del Beigua, con i comuni di Pareto, Mioglia e Pontinvrea (tra le provincie di Savona ed Alessandria), vorrebbe essere trampolino per la formazione di giovani della zona, per farli diventare professionisti incaricati di affiancare i fruitori delle strutture, senza distinzioni tra le persone. VallErroSport si propone di presentare il suddetto progetto nel corso di uno specifico convegno in programma entro i primi mesi del 2017, che s’intitolerà “Lo sport per divertimento è necessità di crescita culturale”».

Ultima revisione articolo: