Comuni in crisi – Albenga, mancano i soldi: chiude anche l’Ufficio del Giudice di Pace

Albenga. Nell’incontro tenutosi nel mese di maggio presso l’Ufficio cangianodel Giudice di Pace di Albenga il Presidente del Tribunale dott. Soave, resosi conto degli ingenti costi necessari per il mantenimento dell’Ufficio, aveva invitato i Sindaci del territorio costiero compreso fra Loano ed Andora a suddividersi le spese con il Comune di Albenga sulla base di criteri oggettivi da condividere.

Ad eccezione del Comune di Laigueglia gli altri Comuni hanno comunicato che, pur rendendosi conto dell’importanza dell’Ufficio del Giudice di Pace, non sono in grado – per motivi di bilancio – di compartecipare alle spese.

Prendendo atto della indisponibilità dei comuni nel farsi carico dei costi, il Sindaco di Albenga Giorgio Cangiano comunica: “comprendo le scelte dei miei colleghi in quanto la situazione economica dei Comuni, compresa quella di Albenga, è veramente difficile. Spiace non poter mantenere in funzione un Ufficio che ritengo importante e strategico, fra l’altro in un momento in cui eravamo riusciti ad ottenere un secondo Giudice senza aumento dei costi gravando questi ultimi sul Ministero. Ho provato in ogni modo a salvaguardare tale realtà ma, a fronte della situazione venutasi a creare e delle svariate necessità ed urgenze del Comune, non è più possibile continuare a mantenere l’Ufficio del Giudice di Pace visto che le ingenti spese graverebbero solo sui cittadini albenganesi”, conclude il primo cittadino.