Loano non solo mare: escursione guidata al Monte Alzabecchi

Giovedì 12 marzo il programma di escursioni Loano non solo mare, curato fp loano 00dalla sezione loanese del C.A.I. con il patrocinio dell’Assessorato al Turismo, Cultura e Sport del Comune di Loano, propone l’escursione guidata al Monte Alzabecchi (mt. 750). L’itinerario ripercorre in larga parte l’antica strada di origine medioevale che fino all’inizio del 1900 ha costituito uno dei più importanti collegamenti fra il Ponente Ligure e il Piemonte.

“La gita – spiega Beppe Peretti, accompagnatore di escursionismo del CAI di Loano – partirà dalla strada che collega Toirano con Bardineto, all’altezza del ponte del Salto del Lupo. Dallo stradello che sale sulla destra del rio inizia la Via della Valle, che dopo poco diventa una mulattiera ben conservata, in cui sono presenti ancora i paracarri che la delimitavano.
Continueremo sulla Via della Valle costeggiando e attraversando più volte il Rio Curnà, che scorre in basso ombroso e ricco di limpide pozze d’acqua, fino a raggiungere alcuni pianori un tempo sede di fertili pascoli, sotto l’imponente struttura della Rocca Berloira. Qui incontreremo una piccola sterrata che risale il fianco occidentale della valle e raggiunge la strada provinciale all’altezza della sella degli Alzabecchi, da dove, con una breve e facile salita, si guadagnerà la piccola e rocciosa Punta degli Alzabecchi, strapiombante sul lato mare, e si potrà godere di una splendida vista sulla Val Varatella e sulla costa di Borghetto S. Spirito. Il ritorno avverrà sullo stesso itinerario di salita.”

La partenza è alle ore 8.30. Il luogo di ritrovo è in Piazza Valerga.
Per i non soci CAI é obbligatoria l’assicurazione nominativa infortuni, da sottoscrivere telefonando a Laura Panicucci tel. 019 672366, cell. 349 7854220, se assente Elena Ghiglione cell 333 9384941, entro le ore 12 del giorno precedente la gita. Senza Assicurazione non si potrà partecipare all´escursione.
I partecipanti dovranno avere calzature adatte ed un abbigliamento idoneo all’ ambiente montano. I capi gita non ammetteranno chi non ha i dovuti requisiti.