Savona, mitigazione rischio idraulico Rio Molinero: progetto preliminare generale per oltre 9 milioni di euro

Savona. Dopo vari interessamenti e calcoli effettuati dall’Università di Francesco LirosiGenova e dopo aver abbandonato la soluzione di utilizzare il sedime del Bacigalupo quale area di laminazione per eventuali piene, al fine di ridurre i picchi di portata che interessano il tratto del centro di Legino ed evitare problematiche pesanti per manutenzione e gestione, si è tornati ad una soluzione classica, ovvero basata sull’ampliamento delle sezioni idrauliche, anche prevedendo lavori importanti, come innalzamenti di alcuni piani viari e demolizione di porzioni di copertura adibite a viabilità pubblica.
Oggi nel corso della seduta di Giunta con pratica presentata dal Vicesindaco Di Tullio e dall’Assessore ai Lavori Pubblici Lirosi, si sono approvati, in linea tecnica il progetto preliminare generale per Euro 9.100.000,00 dell’architetto Paolo Gaggero e il progetto preliminare di 1° intervento per Euro 1.177.000,00 “i cui fondi sono reperibili o, comunque, attivabili con concessione di contributi regionali, a seguito numerosi incontri già effettuati presso la Regione Liguria”.
Una volta ultimato il lungo iter procedurale, i lavori potranno partire e dureranno circa 9 mesi.
Dichiara l’assessore Lirosi: “Si tratta di un’opera imponente, da anni attesa dai cittadini di Legino. I lavori saranno complessi, ma porteranno un deciso miglioramento delle condizioni di sicurezza degli abitanti della zona”.

Pubblicità