Loano: a breve i lavori di messa in sicurezza dell’edificio “Mazzini – Ramella”

Partiranno a breve i lavori di messa in sicurezza dell’edificio “Mazzini – Loano, il piazzale della scuola Media Ramella.Ramella”, programmati dall’Assessorato ai Lavori Pubblici del Comune di Loano.
La Stazione Unica Appaltante Regionale (SUAR – Regione Liguria) ha aggiudicato l’intervento di ristrutturazione a fronte di un ribasso del 25,126 % sull’importo dei lavori posto a base d’asta.

“I lavori di risanamento del plesso scolastico in Via Ugo Foscolo – dice il Sindaco Luigi Pignocca – saranno realizzati grazie ad un contributo di 200.000,00 Euro che il Comune di Loano ha ottenuto nell’ambito del programma ministeriale #scuole sicure. Questo intervento si inserisce in un piano più ampio di opere di risanamento nelle scuole loanesi che l’Assessorato ai Lavori Pubblici sta portando avanti. La manutenzione e la messa in sicurezza degli Istituti Scolastici rappresenta una delle priorità dell’Amministrazione Comunale. L’obiettivo è offrire ai nostri bambini e ragazzi luoghi di studio più belli e soprattutto più sicuri”.

“Nel corso dell’estate – spiega l’Assessore Remo Zaccaria – nei plessi scolastici Mons. Valerga e Mazzini-Ramella sono stati eseguiti lavori di rafforzamento delle strutture, in particolare si è intervenuto sui muri dell’area dei solai. Si è trattato di lavori di ottimizzazione e prevenzione volti a garantire la pubblica incolumità. I lavori sono stati decisi a seguito di indagini termografiche, realizzate dall’Ufficio Tecnico del Comune di Loano, finalizzate a valutare il rafforzamento delle strutture scolastiche negli elementi strutturali e non strutturali”.
“Il nuovo intervento, che sarà realizzato con il contributo Ministeriale, riguarderà la riqualificazione delle facciate dell’edificio Mazzini-Ramella che, a causa della vetustà, presentano uno stato di degrado diffuso con conseguenti distacchi di porzioni di muratura e intonaci. I ripristini e risanamenti riguarderanno anche i cornicioni e le travi in cemento armato, i davanzali e gli architravi delle aperture. Le opere di messa in sicurezza prenderanno il via non appena predisposti gli atti di aggiudicazione”.