Regione, Rosso e Melgrati: FI presenta una proposta di legge per incentivare la mobilità elettrica in Liguria

“Abbiamo presentato una Proposta di legge che prevede lo stanziamento di Matteo Rosso150 mila euro con l’attivazione di una sorta di bando a favore di cui tutti coloro che, se vorranno, potranno, fino ad esaurimento fondi, partecipare al bando per acquistare biciclette elettriche e scooter elettrici. Nella nostra idea l’incentivo riconosciuto sul prezzo finale comprensivo di IVA non dovrà superare il 50% della spesa sostenuta”.
Lo fanno sapere i promotori dell’iniziativa, i consiglieri regionali di Forza Italia Matteo Rosso e Marco Melgrati, che continuano: “stiamo parlando di un piccolo aiuto ma che secondo noi rappresenta un grande passo avanti che vede nell’incentivazione della mobilità elettrica uno strumento con grandi potenzialità in termini di riduzione dell’inquinamento sia atmosferico che acustico”.
“Siamo partiti da ciò che è stato fatto nelle altre Regioni, ad esempio – fanno sapere i due esponenti di Forza Italia – già nel 2012 Regione Emilia Romagna e Comune di Bologna hanno sottoscritto un Protocollo d’Intesa che consente di erogare contributi ai residenti nel Comune capoluogo per l’acquisto di biciclette a pedalata assistita e ciclomotori elettrici. Nel caso dell’Emilia Romagna si partiva da una vero e proprio Piano regionale che prevede tutta una serie di interventi per incentivare questo tipo di mobilità in tutto il territorio, e quindi il Protocollo con il comune di Bologna rappresenta una parte di quel tipo di progetto. In Liguria la situazione è ben diversa, a parte alcuni flebili esempi relativamente alla sottoscrizione di un accordo con 16 comuni che hanno provveduto all’installazione di colonnine destinate alla ricarica dei mezzi elettrici, non vi è un vero e proprio piano di lavoro. Da questa carenza evidente, la volontà di presentare una legge pilota che preveda incentivi economici da erogare su tutto il territorio regionale a sostegno di tutti coloro volessero acquistare una bicicletta a pedalata assistita o uno scooter elettrico”.
In conclusione Rosso e Melgrati dichiarano: “il nostro Paese e la nostra Regione sono fanalino di coda nelle strategie di incentivazione alla mobilità elettrica, questo a causa di una politica spesso non favorevole all’obiettivo di un loro ampio utilizzo. A fronte di tutto ciò qualcosa si sta muovendo anche in Italia ed anche in Liguria. Purtroppo siamo ancora ai primi passi nell’attivare politiche utili a stimolare i cittadini ad adottare sistemi di mobilità elettrica: dalla rete infrastrutturale per la ricarica, ai contributi statali, regionali e comunali per l’acquisto a favore di utenti privati, dai benefici fiscali per le aziende, all’accesso a zone a traffico limitato o nei centri storici per possessori di veicoli elettrici, o possibilità di utilizzare corsie preferenziali ecc. A causa di un piano coordinato a livello europeo i Paesi si orientano in maniera autonoma ed in Italia, vista l’assenza di un quadro nazionale di sostegno a questo tipo di mobilità, a gestirsi in modo indipendente sono le Regioni e gli Enti locali. In questo senso la nostra Proposta di Legge, se venisse approvata, rappresenterebbe un atto concreto nella direzione dell’incentivazione, in Liguria, della Mobilità Sostenibile”.