Emodinamica di Pietra Ligure sarà aperta anche di notte; Miceli: “esigenza reale del territorio”

Emodinamica di Pietra Ligure sarà aperta anche di notte. Lo ha annunciato Nino Miceliquesta mattina in Consiglio Regionale l’Assessore alla Salute Claudio Montaldo. “La Asl 2 – ha detto Montaldo – mi ha comunicato le esigenze di personale per attivare il servizio notturno, quantificando i costi in 200.000 euro e io ho autorizzato le assunzioni di medici e infermieri”.

Viene così soddisfatta una precisa richiesta del Consiglio Regionale che, con atti sottoscritti da tutti, aveva sottolineato la necessità di tenere aperta l’emodinamica di Pietra Ligure anche di notte.

“Sono soddisfatto perché era un’esigenza reale del territorio che come Gruppo PD abbiamo sostenuto con forza, un servizio a favore dei cittadini, una battaglia senza colore politico – ha commentato il Capogruppo PD Nino Miceli – Si sarebbe potuto fare anche prima della disgrazia che purtroppo c’è stata e della polemica politica che l’ha seguita, attraverso una corretta distribuzione del personale per coprire entrambi i servizi, sia quello di Savona, sia quello di Pietra Ligure, sulle 24 ore. Si tratta di un servizio essenziale per salvare la vita dei pazienti in caso di emergenza e la cui efficacia è fortemente legata alla tempistica con cui si interviene”.

“Insomma un caso in cui i ‘doppioni’ servono davvero, mentre in altri casi è giusto razionalizzare unificando i servizi in una parte del territorio, perché le persone hanno il tempo fisico di poterli raggiungere e usufruire della prestazione senza subire conseguenze. Penso che in questo caso – conclude Miceli – la pressione esercitata dal Consiglio sia stata corretta e sono contento che siano stati stanziati questi 200.000 euro, non una cifra enorme, per poter garantire questo servizio a tutti”.