Trasporto pubblico locale: firmata in Provincia la proroga per dodici mesi

Siglata questa mattina dal commissario della Provincia di Savona Angelo Vaccarezza la proroga del contratto di servizio del trasporto pubblico locale, una firma che consentirà la prosecuzione del servizio Tpl per dodici mesi: “Una decisione presa per scongiurare la scadenza del 30 giugno, data ultima del contratto di servizio con la Provincia, e garante di quattrocentocinquanta posti di lavoro”. Presenti all’atto di sottoscrizione anche il Presidente Tpl Claudio Strinati e il Vicepresidente Angela Chirò.

“Questa mattina si è svolto un evento storico per la Provincia di Savona: abbiamo tenuto il primo Consiglio provinciale della nuova era, quello in cui i poteri del  Consiglio provinciale sono attribuiti al Presidente, con una sola delibera, non banale, ovvero quello della proroga di dodici mesi del contratto di servizio da parte della Provincia di Savona a Tpl”, ha dichiarato il commissario della Provincia di Savona Angelo Vaccarezza.

“È inutile, ritengo, ripercorrere le fasi che ci hanno portato a questo punto, un iter davvero lungo e difficile che, di fatto, non cambia la situazione drammatica derivata dalla mancata approvazione da parte della Regione Liguria della leggina di proroga. Una condizione, oggi, che ci ha indotto a prendere un provvedimento urgente, la firma di questa proroga consente di dare dodici mesi di tranquillità all’Azienda dei Trasporti savonese garantendone la continuità di servizio nel territorio. Sempre nel pomeriggio di oggi Tpl approverà il suo bilancio dando serenità a quattrocentocinquanta lavoratori e alle loro famiglie. Con questo accordo ci siamo messi nelle condizioni di attendere la nascita dell’Agenzia Regionale per il Trasporto Pubblico che, una volta costituita, dovrà predisporre la gara. Agenzia regionale che, voglio ricordare, ad oggi, tra gli otto enti firmatari previsti, vede la sottoscrizione d’adesione solo da parte di Provincia e Comune di Savona. Un territorio il nostro – conclude Vaccarezza – che ha ampiamente fatto la sua parte, ora attendiamo che anche gli altri seguano l’esempio per vedere di nuovo questa regione mettersi in moto.”

“Una firma importante per una proroga che tutela non soltanto quattrocentocinquanta lavoratori ma anche le loro famiglie, a pochi giorni dalla scadenza del contratto. Noi oggi ribadiamo che continueremo a fare il nostro lavoro per l’Azienda, per l’utenza e per i lavoratori, nell’attesa che la Regione faccia i suoi passi”, ha dichiarato il Vicepresidente Tpl Angela Chirò.