Raddoppio ferroviario fra Andora e San Lorenzo, sindaco Floris: “Nulla si è mosso per la riapertura dei cantieri”

Dichiarazione del sindaco di Andora Franco Floris in merito al mancato Franco Floris fascia x 2012 02Briavvio dei lavori per il raddoppio ferroviario fra Andora e San Lorenzo al Mare. “Andora attende ancora la riapertura del cantiere per il raddoppio ferroviario. Malgrado il Ministro Lupi, in occasione della sua visita ad Andora nel febbraio scorso, avesse fissato tempi e modi per la ripresa dei lavori per il raddoppio ferroviario fra Andora e San Lorenzo al Mare, nulla si è mosso.”

Il sindaco di Andora Franco Floris denuncia il perdurare di una situazione che rischia di condannare il Ponente all’isolamento e di comprometterne lo sviluppo economico futuro.

“Da tempo Ferrovial, che ha vinto la gara per la realizzazione del raddoppio sollecita Italfer affinché prenda a carico le aree ubicate nel comune di Andora, ottenendo solo vaghe risposte. Visto che la ditta che ha vinto la gara non può accedere al cantiere per il completamento dei lavori, chiediamo che Italfer si attivi immediatamente per trovare una soluzione e chiarisca ufficialmente la situazione agli enti coinvolti. Ciò che, invece, è chiaro è che il perdurare del blocco del raddoppio ferroviario, comporta che l’area di cantiere di Andora sia oggi in forte degrado ed impedisce la dismissione dell’attuale tracciato ferraviario sulla costa che è destinato a diventare una pista ciclabile unica fra Andora e Ospedaletti”.

“Tutto questo è dannoso non solo per Andora, ma per tutta questa parte di Liguria. Chiediamo che Italfer si attenga agli accordi a suo tempo siglati nel 2012 con Ferrovial e Comune di Andora. Tutto questa situazione è assurda”, conclude Franco Floris.