Albenga, aspettando… la Fionda! I fieui di caruggi a Striscia la notizia

Prosegue con grande successo di pubblico al Museo La civiltà dell’olivo la Fieui di caruggi foto gruppo strisciamostra “Aspettando… la fionda! L’arte popolare tra passato e futuro”. Una straordinaria esposizione di decine di rare fionde antiche africane unità alle opere dell’artista Roberto Lafornara incuriosiscono e appassionano i numerosi visitatori. Intanto gli instancabili fieui di caruggi danno gli ultimi ritocchi ai preparativi per la nona Fionda di legno che Antonio Ricci consegnerà a Don Mazzi sabato 29 marzo alle ore 17,15 al teatro Ambra di Albenga alla presenza di numerosi ospiti, tra cui i Trilli, Zoe Nochi, Marisa Fagnani e Raffaele Esposto, con la conduzione di Mario Mesiano.

Gino Rapa, portavoce dei monelli ingauni, anticipa: “In occasione di Fionda 2014 daremo agli spettatori presenti e a tutti i cittadini di Albenga un annuncio molto atteso, al quale stiamo lavorando da tempo in silenzio con grande impegno! Una bella sorpresa!”. Nel frattempo, quasi a testimoniare l’importanza anche mediatica che il fenomeno Fionda ha raggiunto, martedì 25 marzo i fieui di caruggi saranno ospiti in diretta negli studi di Striscia la notizia, a loro interamente riservati.

“Come ogni anno – ricordano – l’amico Antonio Ricci ci accoglie per il lancio della nostra manifestazione. Abbiamo preparato i nostri fazzolettoni gialli anche per Ficarra e Piccone, senza dimenticare Fonzie. Ma soprattutto porteremo – nel dietro le quinte – i prodotti più pregiati della nostra piana, sempre accolti con entusiasmo dai conduttori, dalle veline, dalla cabina di regia e da tutti i collaboratori di Striscia. Fiori e ortaggi, specialità gastronomiche, vini pregiati invaderanno infatti gli studi di Striscia. Ed il giorno dopo i terribili fieui ancora in televisione per la loro fionda.

Questa volta sull’emittente Tele Genova , mercoledì 26 marzo alle 20,30 ospiti d’onore nella trasmissione condotta dai Trilli. Con loro tanta allegria, il pigato e il rossese Fionda e le fiondette al cioccolato, il dolce dedicato al simbolo dei monelli ingauni. E allora viva la fionda e viva Albenga, sempre più città delle torri e della fionda.