Massimiliano Nucera candidato a sindaco per il centro destra

IMG_2545di Mary Caridi – Non c’è ancora il sigillo dell’ufficialità, ma ormai il dado è tratto: Massimiliano Nucera sarà il candidato del centro destra alle prossime elezioni amministrative di Albenga.


Trova il regalo perfetto in Amazon
Regali! Tante idee e tante promozioni

Il braccio di ferro si sarebbe concluso, lasciando sul campo, però,  morti e feriti e strascichi polemici che dureranno a lungo nel tempo e con imprevedibili conseguenze.

Come  primo dato, va analizzata la scelta di Angelo Vaccarezza che, d’imperio e senza consultare i forzisti locali, dopo aver prima annunciato primarie ha poi imposto il nome di Roberto Schneck quale candidato a sindaco di Albenga. Perché lo ha fatto? Per motivi politici o personali? Con la chiusura delle province, Angelo Vaccarezza resterebbe  disoccupato e un seggio alla regione,  che nel 2015 andrà al voto, è la sua logica aspirazione politica. Ma sul territorio chi potrebbe intralciare questa ambizione?

Proprio quel Roberto Schneck che dovrebbe correre anche lui alle regionali. Ecco che – forse – per togliersi di mezzo un temibile concorrente, Vaccarezza potrebbe avere avuto la tentazione di candidarlo a sindaco. Ha mandato al massacro un uomo importante del suo partito e valutando il bailamme che ne è conseguito, questo è risultato inaccettabile per molti della sua parte politica.

Ha assunto una decisione,  non facendo  i conti con i forzisti che si opponevano alla sua decisione e alla Lega che non ne voleva neppure sentire parlare, per via delle  antiche ruggini tra lui e Rosy Guarnieri.

Il passo indietro di Massimiliano Nucera poteva spianare la strada a Schneck, ma non è bastato. Praticamente tutti i forzisti uscenti della vecchia amministrazione hanno tenuto duro, minacciando di non votarlo e oggi giustamente festeggiano la vittoria della loro strategia. Ecco che la scelta di convergere su Nucera avrebbe vinto.

IMG_2539Massimiliano è vice presidente del partito provinciale e già vice sindaco nella passata amministrazione e – a detta della sua parte politica – riveste quelle caratteristiche di moderazione che oggi lo portano a ottenere anche il via libera della Lega, di Forza Italia, di Ncd. Resta da capire cosa farà ora Roberto Schneck che ingiustamente ha subito un linciaggio e che prevedibilmente non resterà con le mani in mano  alla finestra a guardare.



AGENDE E CALENDARI -50% in IBS