Focus sulle vacanze studio: Alassio in cerca di nuovi segmenti di mercato per destagionalizzare il proprio turismo

Nella sala incontri dell’hotel Toscana, martedì 4 marzo, alle ore 17,00, si Alassio Toscana meetingsvolgerà, a cura del Centro Studi sul Turismo, un incontro con il “teacher trainer” Barry Colyer per valutare le potenzialità di questo segmento turistico per la città del Muretto.

Secondo l’Associazione delle scuole di italiano come lingua seconda, l’italiano è fra le prime cinque lingue studiate al mondo, con 22 mila stranieri che ogni anno vengono nella Penisola per aumentare le proprie conoscenze culturali e linguistiche del Bel Paese.

Crescono, in particolare, sempre secondo ASILS, gli studenti dei paesi emergenti, soprattutto Russia e Brasile; di qui l’opportunità – come sottolinea Enrico Mantellassi, moderatore del focus – di misurarsi con questo segmento di mercato per verificarne bisogni e caratteristiche.

L’incontro, esteso a docenti ed operatori, ha come obiettivo capire se il territorio con le sue attrattive culturali ed enogastronomiche possa essere attraente come le grandi città d’arte per le vacanze studio.

Come sottolineano dal Centro Studi sul Turismo del “Giancardi”, “uno dei punti di forza della nostra proposta sta nelle tracce della famiglia Hanbury e dei numerosi turisti inglesi che dall’Ottocento hanno scelto Alassio per le proprie vacanze e come luogo di dimora. Questo segmento potrebbe rappresentare nuove opportunità non solo per gli addetti del settore turistico ma anche per i tanti docenti precari o giovani laureati delle facoltà umanistiche”.