Ritiro decreti “Salva Roma”, senatrice ligure Albano (Pd): “la Lega Nord ha poco da esultare”

«Mi duole leggere come alcuni dirigenti della Lega Nord stiano esultando Donatella Albano 01per il ritiro alla Camera del Decreto “Salva Roma”, peccato davvero non lo abbiano letto e siano caduti nell’ennesima rappresentazione del proverbio ligure del “cavami un occhio”». Così dichiara la senatrice Ligure Donatella Albano del Partito Democratico, in risposta all’esultanza della Lega Nord per il ritiro del del cosiddetto decreto “Salva Roma”».

All’interno del “Salva Roma”, decreto-legge 30 dicembre 2013 n. 151, prosegue la senatrice, «erano contenute disposizioni di carattere finanziario indifferibili finalizzate a garantire la funzionalità di enti locali, la realizzazione di misure in tema di infrastrutture, trasporti ed opere pubbliche nonché a consentire interventi in favore di popolazioni colpite da calamità naturali. Già, come la Liguria ad esempio».

«Fortunatamente – conclude Donatella Albano – il Ministro Boschi ha già rassicurato le Camere e ha annunciato la predisposizione di un altro decreto per andare in soccorso dei territori colpiti da calamità e disastri ambientali».