Ceriale, i bambini delle scuole elementari e medie scelgono i nomi dei parchi comunali

“Una favola al Parco!”. È il titolo del concorso di narrativa e disegno che Marinella Fasano al Pontileconsentirà ai bambini delle scuole di Ceriale di attribuire il nome di una fiaba ad ogni parco presente nel territorio comunale: Parco in Lungomare Diaz – località Pineta, Parco in Lungomare Diaz – Piazza Marconi, Parco in Via Orti del Largo – Pineta, Parco in Via Magnone – Scuole Medie, Parco a Peagna – di fronte al monumento dei caduti.

L’iniziativa è promossa dall’assessorato alla cultura e turismo del Comune di Ceriale, Marinella Fasano che ha spiegato: “Una volta scelti, i nomi verranno assegnati ai singoli parchi ed evidenziati in una nuova cartellonistica con i disegni elaborati dai bambini durante gli incontri in biblioteca che parteciperanno al concorso”.

Il concorso di narrativa è rivolto agli studenti delle scuole elementari e medie del Comune di Ceriale. I lavori dovranno essere inviati entro l’11 aprile 2014 al Comune di Ceriale – Ufficio Protocollo. La commissione esaminatrice (costituita dalla commissione Biblioteca senza i rappresentanti delle scuole) sceglierà la favola e il disegno da associare ad ogni parco. Inoltre ci saranno tre premi al disegno e alla favola prima classificata alla sezione scuola primaria Carbonetto, alla sezione Scuola Primaria Muragne e alla Sezione Scuola Secondaria di Primo Grado.

I premi di 300 euro ciascuno saranno assegnati alle scuole di appartenenza dei ragazzi e gli alunni saranno premiati con degli attestati di partecipazione durante l’inaugurazione della manifestazione “Ortoblu 2014” il 31 maggio 2014.

“L’intenzione è di dare un nome, utilizzando il filone delle fiabe tradizionali, ai parchi del territorio comunale per conferire loro una maggiore identità e renderli ancora più familiari per i bambini e i ragazzi che potranno darsi appuntamento identificando il parco con un nome ben preciso e vicino al loro mondo. I parchi della città saranno quindi più facilmente riconoscibili e si creerà una sorta di percorso attraverso il mondo delle fiabe, rafforzando ancora di più il concetto di parco legato ad un centro di ritrovo e di ricreazione. Inoltre – conclude Marinella Fasano – un altro obiettivo di questa iniziativa sarà quello di rafforzare il senso di appartenenza della cittadinanza ai luoghi di socializzazione come possono essere considerati i parchi presenti nelle aree urbane, cercando di creare un’affezione da parte dei fruitori degli spazi pubblici proiettata ad una maggiore cura degli stessi, pensando il parco come bene comune”.