Linea Genova-Ventimiglia: tra le polemiche, procedono ad Andora i lavori di rimozione del treno

(fp) – Avviate domenica ad Andora, poco prima prima delle 8, le prime Andora treno-franaoperazioni di rimozione dell’Intercity 660 che dal 17 gennaio blocca la linea Genova-Ventimiglia. I tecnici di Rete Ferroviaria Italiana hanno sganciato le ultime tre carrozze del treno che sono partite in direzione Savona alla volta delle officine di Trenitalia. Le operazioni si sono concluse intorno alle 9.30.

Nei giorni scorsi era stata sezionata la terrazza franata e rimossi i detriti che ostruivano il binario impedendo la partenza delle tre carrozze. “Tutte le operazioni – puntualizza in una nota Rfi – sono eseguite sotto la supervisione e la collaborazione dei consulenti tecnici della Procura della Repubblica di Savona”.

Le operazioni procedono ma certo non mancano i punti di frizione compresi grossolani limiti nella comunicazione col territorio, come sottolinea anche il sindaco di Andora, Franco Floris: “Rfi sta attuando un comportamento poco trasparente nella gestione delle informazioni agli organi di stampa, relativamente alle operazioni di spostamento del treno, dal quale ci dissociamo completamente. Noi vogliano che le operazioni siano gestite con la massima trasparenza che abbiamo sempre offerto fin dall’inizio. Non capiamo come mai RFI comunichi solo ad alcuni organi di informazione, e con largo anticipo, le fasi dell’intervento ed ad altri no”.

“Ribadiamo che RFI ha competenza esclusiva sulle aree di cantiere e che la passeggiata a mare di Andora è di competenza del Comune, salvo motivi di sicurezza sovracomunale: è, quindi, preclusa all’accesso del pubblico, ma aperta a tutti gli operatori dell’informazione che vogliamo, rispettando le norme di sicurezza, realizzare le immagini. Questa chiusura informativa di RFI – conclude Floris – sfiora il ridicolo per un’operazione semplice come lo spostamento di un paio di vagoni che è stata gestita come un lancio spaziale della Nasa”.