Finalborgo: convegno e spettacolo sulla retinite pigmentosa e le altre malattie della retina

Finale Ligure ospiterà domenica 9 febbraio, all’Auditorium di santa Alone - MarangoniCaterina in Finalborgo, un convegno e uno spettacolo sulla retinite pigmentosa e le altre malattie della retina (convegno ore 15, spettacolo ore 16).

Le due iniziative sono promosse da Dinamici Teatri e da RP Liguria, associazione genovese che si occupa delle malattie degenerative della retina. Lo spettacolo, interpretato da Luigi Marangoni, si intitola “Alone” e racconta la storia vera di un ragazzo con una malattia degenerativa della vista.

“Il protagonista ci rende partecipi della sua lotta e della sua esperienza intima, in grado di trasformare la rabbia e l’isolamento in ricerca di indipendenza e in un quotidiano amore per la vita”, dicono al Teatro Garage di Genova, che si occupa della direzione artistica della stagione finalese.

gioielli offerte

Gli autori del testo sono Valeria Banchero, Davide Buda e Luigi Marangoni, che cura anche la regia insieme a Mattia Costa.

I biglietti sono disponibili in prevendita alla Libreria Centofiori in via Ghiglieri a Finalmarina (tel. 019.692319, intero 15 euro, ridotto 13). Lo spettacolo fa parte della rassegna provinciale “La Riviera dei teatri”, alla quale aderisce anche quest’anno il Comune di Finale Ligure.

ALONE – Una solitudine senza appello collegata alla notizia di una forma rara di malattia invalidante. L’impossibilità di intravedere una qualunque via d’uscita. Poi un contatto sociale, un cambio di prospettiva, la forza di un filo di speranza, la scoperta di impreviste opportunità: e la vita cambia e cresce attorno a nuovi equilibri.

Il lavoro “fatto bene” supera l’ossessione dell’handicap e agevola una consapevolezza più generale, capace di far riconoscere il valore di atti quotidiani, apparentemente solo banali, e addirittura di trarne godimento.

Tratto da una storia vera, il copione si snoda, con teatrale leggerezza, tra problematiche profonde e quanto mai attuali nell’odierno dibattito politico-culturale, armonizzandole in un unico appassionante racconto, dove il piano esistenziale si sposa con una più nascosta carica educativa: la solitudine, l’impatto personale con la malattia, la ricerca del lavoro per un giovane, il senso stesso del lavoro – non solo come prestazione ma come ragione di vita – la faticosa conquista di un’autocoscienza matura, capace di cogliere il senso e la bellezza nella vita di tutti i giorni.

Il progetto Teatro in vista, presentato da RP Liguria e vincitore del “Bando per il sostegno dei progetti sociali 2012” del Celivo di Genova, ha dato origine alla coproduzione tra Dinamiciteatri e RP Liguria per la realizzazione dello spettacolo che è volto a sensibilizzare il pubblico, in particolare i giovani, sui temi riguardanti l’ipovisione e, in generale, la reazione alla notizia di una malattia degenerativa.

RP Liguria sostiene a livello promozionale lo spettacolo, coinvolgendo nei vari territori le Associazioni del luogo che condividono le stesse finalità. E’ stata inoltre attivata una collaborazione con la Facoltà di Scienze della Formazione della Università di Genova, che prevede corsi e laboratori sul progetto Teatro in vista, con crediti formativi ECM per gli studenti.

 RP Liguria-Onlus è un’associazione che si occupa di persone affette da malattie degenerative della retina come Retinite Pigmentosa, Maculopatie, Distrofie Retiniche Ereditarie ecc. È apolitica e aconfessionale, non ha fini di lucro e si avvale della collaborazione di qualificati specialisti in oculistica, genetica e altre branche della medicina inerenti le patologie retiniche. RP LIGURIA-Onlus assicura ai malati e alle loro famiglie un’informazione continua rapida e qualificata sulle gravi degenerazioni retiniche e sullo stato di avanzamento della ricerca a livello mondiale. Sensibilizza l’opinione pubblica e le autorità politico-sanitarie sulle problematiche riguardanti le persone affette da Retinite Pigmentosa e altre malattie della retina. RP LIGURIA-Onlus opera esclusivamente attraverso volontari e vuole essere punto di scambio e d’incontro utile a tutti coloro che credono nella forza dell’associazionismo e del gruppo.