Verso la settima Festa dell’Inquietudine: “Silenzio: si fugge!”

Ancora un evento di collegamento alla settima Festa dell’Inquietudine, che si terrà dal 15 al 18 maggio 2014 a Finale Ligure e avrà come tema il rapporto tra inquietudine e fuga.logo circolo degli inquieti 00

Domenica 30 marzo alle ore 16,30, il Salone Autoliguria di via Nizza a Savona ospiterà “Silenzio: si fugge!”, pomeriggio di riflessione sul valore multiforme del silenzio con incontri, installazioni fotografiche, performance di danza e un originale “Concerto per 12 cilindri” dedicato a Enzo Ferrari.

“Silenzio: si fugge! nasce da una considerazione: che l’uomo e la donna moderni, lentamente ma inesorabilmente, perdono il contatto con il silenzio. – dice il presidente del Circolo degli Inquieti, Dario Caruso – Il luogo simbolo di un mondo senza silenzio è un autosalone e la sua officina meccanica. Per questa ragione affronteremo il tema proprio nei luoghi del non-silenzio, avendo cura di analizzare il silenzio come condizione necessaria alla creatività e quindi alla vita. Questa iniziativa ha per noi il sapore del diciottesimo compleanno, perché proprio il 30 marzo del 1996 nasceva ufficialmente il Circolo degli Inquieti”.

SILENZIO: SI FUGGE! Una vita senza silenzio è come una partitura musicale senza pause. Pomeriggio di riflessioni sul valore multiforme del silenzio attraverso le seguenti stazioni: L’innocenza del silenzio, Paola Maritan, Nella Mazzoni, Silvia Taliente (SPIA Sentieri di Psicologia Integrata e Applicata); Silenzio – Assenzio, Installazione fotografica di Alessandro Gimelli (The Overpass Loano); Silenzi Visivi/Con Presenza, Performance a cura di Stefania Branciforti e Lucia Folco (Emsteludanza); Il silenzio di John Cage, a cura di Antonella Carosini; Enzo Ferrari – Concerto per 12 cilindri, eseguono Sandro Chiaramonti e Giovanni De Filippi.