Sopralluogo a Villa Zanelli, Toti e Scajola: “l’anno prossimo sarà a disposizione della cittadinanza dopo 20 anni di abbandono”

Villa Zanelli

Sono in corso i lavori di recupero del complesso di villa Zanelli in via Nizza, a Savona, gioiello liberty da anni abbandonato.
Regione Liguria, mettendo a disposizione le risorse del Fondo strategico regionale, ha permesso di anticipare i tempi di realizzazione e finanziato integralmente la progettazione per avviare, tramite Ire e d’intesa con gli uffici del Comune e della Soprintendenza, i progetti di recupero che riguardano l’immobile di proprietà di Arte Genova.

I lavori, eseguiti dall’Associazione Temporanea di Imprese costituita da CESAG srl, Crocco Emanuele srl e Centro Restauro srl. sono iniziati nel mese di settembre e la fine lavori è prevista entro il mese di gennaio 2022.
Il finanziamento complessivo ammonta a 6 milioni e 663.847 euro di cui 4 milioni e 855.787 a valere sul bando periferie e i restanti 1.441.397 euro tra fondo strategico messo a disposizione dalla Regione Liguria e autofinanziamento di ARTE Genova.

Il progetto, redatto da IRE Liguria con l’intento di strappare al degrado uno degli edifici storici più belli di Savona, circondato da un ampio parco a due passi dal mare si articola su tre livelli: restauro delle facciate e degli ambienti interni, nuove destinazioni d’uso degli ambienti della villa, recupero del parco storico.

Il cantiere è entrato ormai nella fase operativa e, in particolare, sono state già in buona parte completate le demolizioni interne che hanno fatto venire alla luce alcune parti strutturali ancora ben conservate soprattutto relativamente alla copertura lignea della villa e della torretta.
Sono ad oggi in fase avanzata le opere di rinforzo strutturale e sono stati avviati con la costante supervisione dei funzionari della Sovrintendenza i restauri delle facciate. Procedono, inoltre, le opere di restauro interne che stanno riportando alla luce decori e coloriture originarie.

I lavori permetteranno quindi di individuare, recuperare e mantenere, valorizzandoli, i numerosi elementi dell’immobile come pavimenti, infissi, controsoffitti e finestre, oggetti originali di grande pregio artistico. Una volta concluse le opere si procederà con il bando per individuare il gestore che si occuperà di tutto il complesso: l’alòbergo, lo spazio museale,, il ristorante e lo stabilimento balneare.

“Abbiamo lavorato molto – spiega il presidente di Regione Liguria Giovanni Toti – per restituire alla città questo capolavoro liberty e dopo aver trovato i finanziamenti siamo a buon punto con i lavori. La villa ospiterà una struttura ricettiva con annesso ristorante e in questo modo la proposta turistica di Savona si potrà arricchire, creando anche importanti opportunità occupazionali. Inoltre verrà realizzato uno spazio espositivo molto importante e una terrazza panoramica. Ritengo che è proprio la collaborazione tra pubblico e privato che puo’ rappresentare un grande valore aggiunto”.

Il recupero prevede di mantenere, valorizzare e recuperare i numerosi elementi della struttura che sono oggetti originali di grande pregio.

“Villa Zanelli, struttura liberty di grande prestigio a livello nazionale – aggiunge l’assessore regionale all’Urbanistica Marco Scajola – rappresenta uno degli interventi a livello regionale di maggiore importanza sul piano della riqualificazione di uno storico immobile di grande valore lasciato al degrado. Grazie a un’opera coraggiosa diventerà una struttura aperta al pubblico e di qualità, con annesso un giardino recuperato e quindi un esempio nazionale di come recuperare immobili di straordinaria rilevanza urbanistica e storica e restituirli alla cittadinanza”.


SU IBS SONO TORNATI I SALDI D'ESTATE!
Migliaia di prodotti in offerta! Centinaia di proposte per la casa, libri, film, musica, giochi, elettronica e hi-tech con sconto fino a -60%