Agricoltura Liguria, Mai: “chiesto stato di calamità per 113 comuni per le forti piogge fra ottobre e dicembre 2019”

Stefano Mai

Genova / Roma | È stata trasmessa al ministero delle Politiche agricole la declaratoria per la richiesta di stato di calamità naturale per l’agricoltura ligure colpita da intense piogge nel periodo fra ottobre e dicembre 2019. Interessati 113 Comuni.

L’assessore regionale all’Agricoltura, Stefano Mai, giustifica così la richiesta: “Nel periodo compreso fra il 14 ottobre e il 20 dicembre 2019 abbiamo assistito a piogge così intense che hanno causato un danno superiore al 30% della produzione agricola in ben 113 Comuni della regione: 12 in provincia di Genova, 5 in quella di La Spezia, 51 in quella di Imperia e 45 in quella di Savona – spiega l’assessore Mai -. Oggi abbiamo formalizzato la declaratoria al ministero. È molto importante, specie in questo momento, sostenere con ogni mezzo le nostre aziende. Gli imprenditori che hanno subito devono avere gli strumenti adeguati per poter affrontare le sfide future”.

“Abbiamo richiesto contributi in conto capitale fino a coprire l’80% del valore dei danni subiti dagli agricoltori, prestiti ad ammortamento quinquennale, un credito agrario per il 20% del danno, la proroga delle operazioni dello stesso credito agrario e le agevolazioni previdenziali previste in questi casi”.