Turismo, Regione Liguria alla Bit di Milano

Genova / Milano | Si sta tenendo in questo giorni a Milano, la BIT, Borsa Italiana del Turismo, la principale fiera nazionale del settore, e una delle più importanti al mondo. Regione Liguria è presente con lo stand dell’Agenzia In Liguria e una trentina di postazioni riservate agli operatori.

“Fare turismo vuol dire valorizzare la nostra storia, le nostre eccellenze, e siamo qui alla BIT proprio per questo – ha commentato il Presidente della Regione Liguria Giovanni Toti – Abbiamo bisogno di affrontare i cambiamenti del mercato turistico senza averne paura. Oggi il turista cerca esperienze sempre più uniche e sofisticate, non basta più fare un’offerta economicamente vantaggiosa, occorre lavorare sulla qualità e investire. La prossima programmazione dei fondi europei deve essere fondamentale, sia per la formazione in campo turistico sia per il rinnovo delle strutture. Ma serve anche investire su di noi e le nostre idee: non mettiamo limiti alla nostra creatività, il nostro territorio parte dal santuario dei cetacei in mezzo al mare e arriva sulle montagne del nostro entroterra, in mezzo troviamo borghi bellissimi, spiagge e una ricchezza culturale unica. Chiediamoci: abbiamo valorizzato tutto? Io non credo, tanto è ricco il nostro potenziale. E allora rimbocchiamoci le maniche, sarà una stagione bellissima che vedrà Genova nuovamente attraversabile su un ponte nuovo e bellissimo. L’orizzonte delle nostre possibilità è delimitato solo dall’orizzonte delle nostre idee”.

“La Liguria torna alla BIT di Milano, quest’anno un’edizione molto partecipata – ha sottolineato l’assessore al turismo Gianni Berrino – È stato un 2019 che ci ha riservato molte soddisfazioni, perché esattamente un anno fa le aspettative non erano le migliori, considerando il tragico 2018 che abbiamo avuto. Invece nel 2019 siamo andati molto bene, con un fine anno che ci fa ben sperare per il 2020: negli ultimi quattro mesi abbiamo avuto un incremento degli arrivi e delle presenze molto importante, che vuol dire che il processo di destagionalizzazione non solo si è avviato, ma sta dando i primi risultati, estremamente positivi. Saremo a Milano il 23 per presentare la nuova stagione estiva 2020, senza però dimenticare che abbiamo davanti una primavera che ci dà buone speranze e un autunno-inverno già programmato da promozionare, che potrà anche quello diventare uno dei punti forti della nostra offerta”.