Distilo: “abbiamo scritto con un pennarello indelebile le parole ‘Ospedale di Albenga’”

Distilo nel Consiglio Comunale di Albenga

Albenga | Il Consiglio comunale di Albenga ieri sera ha deliberato l’accordo di cessione all’ASL del diritto di proprietà delle aree sulle quali sorge l’Ospedale Santa Maria di Misericordia; i Gruppi consiliari di minoranza al momento del voto si sono astenuti e l’OdG è passato con i voti della sola maggioranza. Sui termini dell’accordo che risolve il contenzioso tra Comune e Asl interviene oggi il presidente del Consiglio Diego Distilo: “Ieri sera in consiglio comunale abbiamo messo la parola fine a una vicenda che da troppi anni era, per così dire, ‘ballerina’. Approvando quest’atto di transazione con l’Asl abbiamo scritto con un pennarello indelebile le parole ‘Ospedale di Albenga’”. Negli anni tutte le Amministrazioni hanno lavorato con spirito costruttivo per far sì che oggi potessimo avere il nostro Ospedale, ma guardando al passato, se si volesse entrare nei particolari, ce ne sarebbe da dire per tutti”.

RobertoMichels

“Le polemiche, però, non servono ad Albenga” prosegue Distilo: “Certo sappiamo che la Regione Liguria sta dando convenzioni per la gestione degli ospedali pubblici ai privati e su questo il Comune non può fare molto essendo la materia di competenza Regionale, ma possiamo vigilare affinché i servizi essenziali rimangano sempre attivi e aperti. Nell’atto che abbiamo approvato ieri in Consiglio viene sancito proprio questo aspetto attraverso una clausola di salvaguardia che assicura, per sempre, la presenza dell’Ospedale ad Albenga, pena la perdita del diritto di proprietà che ritornerebbe immediatamente in capo al Comune. Inoltre è specificato il controllo pubblico su gare e garette che potrebbe fare l’Asl, controllo che noi eserciteremo con forza e in ogni sua formula. Naturalmente credo che l’Asl sia seria e manterrà l’ospedale e noi siamo stati seri a mantenere quanto era già stato stabilito nell’atto del 2003 dove si dava il diritto di superficie all’Asl”.

“Oggi chiudiamo una brutta vicenda, e lo facciamo nel miglior modo possibile. Le polemiche le lasciamo a chi le vuole fare e le ha sempre fatte. Sicuramente non entriamo nel merito delle gestioni Regionali delle varie giunte e su cosa hanno fatto per la sanità pubblica. Voglio che oggi tutti capiscano che l’Amministrazione Tomatis sarà ricordata come quella che ha sancito, definito e chiuso la vicenda dell’Ospedale garantendolo alla città di Albenga” conclude il presidente del Consiglio comunale.

Ultima revisione articolo: