Funivie, incontro tecnico al ministero dei trasporti

Paolo Cervetti AD Italiana Coke

Savona / Roma | “In un clima costruttivo si è ipotizzato un percorso che abbracci anche i temi di sostenibilità e sviluppo del porto, dato che il sistema di trasporto rinfuse per teleferica è chiaramente in primis legato alla portualità rinfusiera del Tirreno”. Lo ha detto oggi Paolo Cervetti, al termine dell’incontro tecnico indetto dal Ministero dei trasporti per ragionare su possibilità e modalità che assicurino la sostenibilità dell’intero sistema Funivie per il futuro.

Funivie Spa e il Ministero, anche eventualmente con altre sue divisioni, potrebbero quindi ampliare il quadro convenzionale esistente, che – anche a causa del recente disastro – non è più attuale. Nel contempo Funivie e la direzione ministeriale degli impianti fissi continuano a fare quanto necessario per il sostegno ai lavoratori e il ripristino degli impianti: sul primo punto si attendono a breve gli atti previsti dal Ministero del lavoro al tavolo della scorsa settimana mentre sul secondo punto il Mit ha già scritto a Regione Liguria e Protezione civile affinché siano fruibili almeno i 4 milioni della stima danni iniziale, che il Mit ha detto di mettere a disposizione. 

“La società – conclude Cervetti, ad del Gruppo Italiana Coke – continua ad assicurare non solo le attività emergenziali attuali e il reddito dei dipendenti, pur in una gestione necessariamente provvisoria stante la risoluzione del contratto, ma è pronta a mettere a disposizione il suo know how e le risorse accantonate per gestire l’impianto senza soluzione di continuità sino alla messa in sicurezza definitiva del sistema. A patto che vi siano garanzie per il futuro.”  A breve è prevista una nuova riunione.