Maltempo e sicurezza territorio, Toti: che fine ha fatto il Tavolo Liguria?

Presidente di Regione Liguria Giovanni Toti firma richiesta danni

Genova | “Fin dalla prima fase di questa lunga emergenza, nell’ottobre scorso, abbiamo più volte chiesto al Governo un Tavolo Liguria nell’ambito del quale discutere un serio piano di investimenti per la messa in sicurezza del territorio e la carenza infrastrutturale. Un tavolo che portasse a un provvedimento di legge di cui abbiamo suggerito i contorni, cioè modellato sulla base del decreto approvato dal passato Governo all’indomani della mareggiata delllo scorso anno. Un provvedimento di Protezione Civile che attribuisca poteri emergenziali alla Regione e inserisca nei criteri di spesa dei fondi non solo il risarcimento del danno, ma anche la riduzione del rischio e la resilienza”. Così risponde il presidente di Regione Liguria Giovanni Toti all’Onorevole Mulé, che ha chiesto una “legge speciale” per la Liguria.

“Quel testo, che ha portato in Liguria oltre 300 milioni di euro – prosegue Toti – sta funzionando e l’intera dotazione del primo anno, oltre 100 milioni, è già stata distribuita ai comuni. Entro gennaio saranno approvato altri 100 milioni di lavori. Dopo una prima, timida apertura da parte del Governo quel tavolo si è sciolto nel nulla, sommerso dalla pioggia che ci ha investito. Sarebbe bello vedere tutti i parlamentari liguri battersi per il loro territorio e affiancare la Regione in questa richiesta sacrosanta, come suggerisce ora l’ Onorevole Mulè. Ma temo che rimarrà il condizionale ‘sarebbe’, visto che al momento da Roma tutto tace. La Regione è pronta a incontrare tutti i parlamentari liguri per illustrare loro le proposte che abbiamo fatto al Governo, su cui battersi tutti insieme”.

Ultima revisione articolo: