Birdwatching, avvistata gru (video); Enpa Savona: la Liguria tutela poco la fauna selvatica migratoria

Savona. La provincia di Savona, e la Liguria in generale, per diverse cause (cambiamenti climatici, trasformazioni agrarie ed urbanistiche, etc.), sta diventando sempre più importante per la migrazione degli animali selvatici. La riprova è la presenza in questi giorni di una gru, come segnala la Protezione Animali savonese, che per proteggerla non rivela il luogo in cui è stata ripresa, con un filmato che ha ricevuto da un birdwatcher locale. Con sempre maggiore frequenza, a cominciare dagli anni ’90, le gru attraversano il nord-ovest italiano nella migrazione dall’est europeo (soprattutto l’Ungheria) per raggiungere Francia e Spagna; ma, contemporaneamente, sempre più soggetti si fermano a svernare, soprattutto nella pianura padana piemontese e talvolta in Liguria.

«In questo contesto lascia ai volontari dell’Enpa l’amaro in bocca la recente bocciatura, di tutti gli altri partiti (maggioranza ed opposizione compatte!), dell’ordine del giorno presentato dal Movimento Cinque Stelle al consiglio regionale ligure a tutela della fauna selvatica migratoria. Prosegue quindi fino al 31 gennaio la caccia, oltre alla volpe a squadre, a cesena, tordo bottaccio, gallinella d’acqua, folaga, alzavola, codone, fischione, mestolone, moriglione, marzaiola, canapiglia, frullino, pavoncella, porciglione, moretta e beccaccino; e ciò malgrado le indicazioni dell’Istituto per la Protezione Ambientale (ISPRA, organo scientifico nazionale che fornisce pareri obbligatori in materia), che prescriveva al 20 gennaio la chiusura della loro caccia e addirittura la sospensione, perché in fase di preoccupante diminuzione, a moretta, moriglione e pavoncella; mentre continua addirittura fino al 10 febbraio al colombaccio ed a cornacchia grigia e nera, gazza e ghiandaia, specie tra le più intelligenti e sociali del mondo animale. Ma l’assessore all’agricoltura Mai ha dichiarato, smentendo vergognosamente gli scienziati, che la fauna migratoria non è in pericolo di estinzione.» conclude l’Enpa savonese.

Ultima revisione articolo: