La Croce bianca di Andora regala un’auto alla Protezione civile

Regalo a sorpresa per i volontari del Gruppo Anti Incendio Boschivo di Andora, in occasione dell’importante anniversario dei 40 anni di attività. La Croce Bianca di Andora ha donato al gruppo un’auto che è stata consegnata dalla presidente Maria Falcone nell’ambito dei festeggiamenti organizzati per l’importante traguardo.

Non è l’unico dono ricevuto dal gruppo A.i.b. di Andora che oggi ha a disposizione anche un sistema di trasmissione all’avanguardia che è stato consegnato dal sindaco Mauro Demichelis e che farà parte delle dotazioni della sede di C.O.M. di Andora. Un’attrezzatura del valore di ben 40 mila euro, che il Comune di Andora ha acquistato anche con il contributo della Fondazione De Mari, da sempre al fianco della Protezione Civile di Andora.

Il sistema, che permette anche la geo-localizzazione dei volontari durante gli interventi, è stato presentato nella sede della Protezione Civile alla presenza del dottor Marcello Urso, Vice Capo Gabinetto della Prefettura di Savona, degli assessori Regionali alla Protezione Civile e all’Anti Incendio Boschivo, Giacomo Raul Giampedrone e Stefano Mai, del dottor Silvio Ciapica, Comandante provinciale del Corpo Forestale dello Stato di Savona che insieme al Sindaco Mauro Demichelis, hanno espresso stima ed apprezzamento per l’operato svolto dalla squadra e per la sensibilità dimostrata, da quarant’anni a questa parte, dalle Amministrazioni che si sono succedute alla guida di Andora, sui temi della prevenzione Anti incendio Boschivo e della Protezione civile.

“I gruppi A.I.B. e di Protezione Civile di Andora operano con grande professionalità e quotidianamente mettono a disposizione della comunità la loro esperienza. Il dono della Croce Bianca al Gruppo Comunale testimonia la stima di cui godono fra cittadini e volontari – ha dichiarato il sindaco Mauro Demichelis –Lavoro con loro da soli due anni, ma in poco tempo ho compreso le grandi capacità, l’autentica generosità e la disponibilità di questi uomini e donne che si sono distinti anche per la loro grande umanità ovunque abbiano operato. Potenziare gli strumenti a loro disposizione è il modo con cui l’Amministrazione li ringrazia. Insieme stiamo dando un importante messaggio ai cittadini: in caso di emergenza, non siete soli”.