Savona: all’ex mattatoio di Legino, un Polo per la Protezione Civile

Savona. Oggi mercoledì 23 Dicembre 2015 la Giunta Comunale ha Savona Palazzo del Comuneapprovato la delibera relativa all’adeguamento dell’ex mattatoio di piazzale Amburgo a Legino per la creazione di un Polo per la Protezione Civile. L’Assessore all’Ambiente Jorg Costantino, che ha illustrato in Giunta il documento, sottolinea: “Con questo progetto proseguiamo il nostro impegno concreto su questo tema, ricordando inoltre l’aggiornamento che abbiamo effettuato sul nostro Piano di Protezione Civile con deliberazione del Consiglio Comunale del 29 settembre 2015. In questo percorso abbiamo individuato nell’immobile e nelle aree dell’ex Civico Macello di Piazzale Amburgo a Legino la sede del Polo Unico di Protezione Civile, dove saranno direttamente coinvolte le associazioni ANA e AIB, sempre nell’ambito dell’unità operativa che gestisce le emergenze assegnata al Corpo della Polizia Municipale”.

Le due associazioni sono coinvolte attraverso due specifiche convenzioni che consentono al Comune l’esercizio, attraverso il personale volontario, della finalità istituzionale e strategica della Protezione Civile. L’ANA (Associazione Nazionale Alpini) e l’AIB (unione squadre volontari antincendi boschivi) da anni svolgono un servizio volontario fondamentale nell’ambito della protezione civile. Con questo provvedimento entrambe le associazioni andranno a situare nell’ex Macello la propria nuova sede in grado di rispondere in modo ottimale alle situazioni di emergenza in caso di eventi calamitosi. L’immobile di piazzale Amburgo è in una posizione strategica e di facile raggiungimento dalle principali arterie viarie cittadine e dal vicino casello autostradale.

È stato redatto uno studio preliminare di massima con gli interventi necessari all’adeguamento dei locali individuati per creare la sede dei due corpi che formano le squadre di intervento della Protezione Civile, ANA e AIB. Sono previsti la realizzazione di uffici, di spogliatoi e servizi igienici, nonché la creazione di due autorimesse per l’alloggiamento degli automezzi. Sulla base del progetto preliminare si stimano lavori necessari per un importo di 95.000 euro, che vede oltre all’impegno economico dell’Amministrazione anche quello delle due associazioni che si renderanno partecipi nella realizzazione di parte dei lavori.