Apertura 24 ore emodinamica di Santa Corona, Melgrati: colpa della Regione ancora non sono partite le assunzioni

“È incredibile! Durante il Consiglio Regionale dell’8 di luglio, quando avevo Marco Melgrati B1 00riportato all’attenzione dell’Assessore alla Salute la questione della riapertura notturna dell’Emodinamica del Santa Corona – denuncia il capogruppo di Forza Italia Marco Melgrati – l’assessore Montaldo aveva risposto che gli uffici stavano provvedendo all’assunzione di personale aggiuntivo necessario al funzionamento del reparto notte e giorno, e che il giorno stesso (8 luglio) avrebbe firmato la deroga, necessaria per procedere alla assunzione di un medico emodinamista, 3 tecnici di radiologia (uno sostituisce un tecnico in pensione da settembre) e un infermiere”.
Continua l’esponente di Forza Italia: “invece scopriamo, e siamo al 10 di settembre, che la deroga non è ancora stata firmata, e che non c’è alcuna procedura di assunzione per assicurare questo presidio importantissimo presso il Dea di II livello di Santa Corona. Questo è vergognoso!!! Ma l’assessore chi vuol prendere per il sedere? Ci sono le registrazioni ufficiali del Consiglio Regionale della seduta dell’8 di luglio che testimoniano quanto affermato dall’assessore Montaldo, consultabili sul sito della Regione Liguria!”.
“E allora – continua il capogruppo di Forza Italia Marco Melgrati – mi viene da pensare che l’Assessore abbia in spregio sia il voto unanime del Consiglio Regionale (compreso il Suo voto), che le migliaia di cittadini che con le loro firme hanno supportato questa richiesta, sia la memoria di chi ha perso la vita perché a Santa Corona dopo le 20 di sera questo reparto è chiuso. E non ha nemmeno pudore a mentire in pubblico”.
“Chiedo con questa lettera, conclude l’esponente forzista, l’immediata firma della deroga necessaria all’attivazione della procedura di assunzione, tenuto conto che per “formare” un medico Emodinamista (sempre che non se ne trovi uno disponibile sul mercato del lavoro) sono necessari cinque/sei mesi. È comunque scandalosa la superficialità con cui vengono affrontate questioni che riguardano la vita (o la morte) dei cittadini”, conclude Marco Melgrati.

RobertoMichels

Ultima revisione articolo: