Savona: Giunta approva progetto per l’istituzione dell’Albo del Volontariato civico

Savona. Oggi, martedì 9 settembre, la Giunta Comunale ha approvato la albo volontariato civico la pettorinaproposta di deliberazione relativa all’istituzione dell’Albo del Volontariato civico. Il regolamento è stata presentato dall’Assessore ai Servizi alla Persona Isabella Sorgini e dall’Assessore al Decentramento Sergio Lugaro. Si tratta di 13 articoli che vanno a porre le basi di un rapporto diretto tra cittadino e istituzione che ha, come fondamento, la condivisione della città come bene comune, e le attività volontaristiche come espressione di partecipazione, solidarietà e sussidiarietà, favorendo convivenza civile e coesione sociale.
Queste basi sono ribadite nei primi articoli del regolamento. Il volontariato individuale viene definito come quell’insieme di attività prestate in modo personale, spontaneo, gratuito, senza fini di lucro da singoli cittadini. Il regolamento disciplina le modalità di svolgimento di questo servizio civico da parte di singoli cittadini, mentre l’attività da parte delle relative organizzazioni resta disciplinata dalle norme in vigore ed in particolare dal “Regolamento per l’istituzione dell’Albo del Volontariato e dell’Associazionismo di Promozione Sociale”. Sono state individuate un’ampia serie di attività solidaristiche che vanno dall’affiancamento nelle funzioni di sorveglianza presso strutture scolastiche alla custodia museale, dalla cura di aree verdi al supporto nelle attività delle biblioteche di quartiere, dall’opera di volontariato per favorire l’integrazione sociale e culturale dei cittadini stranieri all’aiuto alla persona presso strutture residenziali e semi-residenziali, il tutto previo corso di formazione di base comprensivo di un tirocinio pratico di verifica delle competenze acquisite presso il servizio di assegnazione. Saranno attività solidaristiche integrative ma non sostitutive dei servizi di competenza dell’Ente. Per iscriversi all’albo presso l’ufficio Urp, i cittadini devono possedere i seguenti requisiti: residenza o domicilio presso il Comune di Savona; età non inferiore agli anni 18; possesso, nel caso di cittadini extracomunitari, di regolare permesso di soggiorno. La regolamentazione di queste attività prevede una assicurazione a favore dei volontari nello svolgimento delle attività.
Sottolinea l’Assessore ai Servizi alla Persona Isabella Sorgini: “questo è un altro passo verso la costituzione di una città che costruisce la cultura del senso civico e della partecipazione. È una risposta alle tante sollecitazioni che ci arrivano dai cittadini. Nella mia esperienza questo accade già da tempo nella scuola, dove i genitori, che colgo l’occasione di ringraziare, si sono attivati insieme a tutte le realtà del mondo scolastico per rimboccarsi le maniche e lavorare insieme anche sui piccoli problemi pratici e quotidiani”. Afferma l’Assessore al Decentramento Sergio Lugaro “L’input di questo importante progetto è nato dagli incontri sulla partecipazione fatti nel 2012, nei quali molti cittadini savonesi avevano dato la disponibilità a darsi da fare per mansioni di pubblica utilità. Avevamo bisogno di uno strumento per poter regolamentare queste attività, di concerto con i settori comunali di competenza e con le necessarie coperture assicurative. Questo albo, è un vero e proprio patto tra cittadini e amministrazione, ed è soprattutto una risposta a quel limitato numero di incivili che compiono atti di vandalismo sui beni pubblici e collettivi come giardini o giochi per bambini. I savonesi hanno voluto l’albo del volontariato civico e l’amministrazione comunale crede in questo legame”.

RobertoMichels

Ultima revisione articolo: