Alassio… “british”: all’ex Chiesa Anglicana ha festeggiato il mito di Beatles (foto)

Ieri, domenica 7 settembre, la Città di Alassio, con l’ex Chiesa Anglicana 2 Spettacolo - beatlesalassio2stracolma di gente, ha festeggiato il mito del quartetto di Liverpool con l’esibizione live dei My Gurus, che sul finale hanno anche guadagnato la standing ovation da parte del pubblico andato in visibilio.
Il gruppo, composto da Salvatore Coco, Ivano Vigo, Andrea Minetti, Eros Crippa, Simone Perata ed Ezio Secomandi, ha attinto dalla produzione delle origini fino agli ultimi album più sperimentali, senza rinunciare ai pezzi noti al grande pubblico.
Oltre due ore di musica per un repertorio di quasi cinquanta pezzi magistralmente interpretati da una delle migliori Beatles tribute band d’Italia. Il tutto nella cornice suggestiva di un allestimento artistico ispirato al film animato di Heinz Edelmann “Yellow Submarine”, con cui l’ex chiesa è stata letteralmente trasformata nella fiabesca Pepperland.
Sul palco, assieme ai musicisti, anche l’inconfondibile sommergibile giallo, in un progetto scenografico fatto di gigantografie alte dei metri raffiguranti, oltre i quattro baronetti, anche alcuni dei fantasiosi personaggi del cartoon.
L’intera serata, organizzata dall’associazione Sinapsi in collaborazione con l’Assessorato alla Cultura, è stata un vero e proprio omaggio alla tradizione della città e ai trascorsi della comunità inglese che ad inizio secolo, abitandola, ha contribuito a renderla il piccolo gioiello tanto amato dai turisti di tutto il mondo.

RobertoMichels

Ultima revisione articolo: