Loano: domenica al via l’edizione 2014 della rassegna “I Concerti dei Turchini”

Domenica 13 aprile, a Loano, prenderà il via l’edizione 2014 della rassegna Ensemble Gli Invaghiti (1)“I Concerti dei Turchini”, organizzata dalla Confraternita delle Cappe Turchine con il patrocinio dell’Assessorato al Turismo, Cultura e Sport del Comune di Loano.

RobertoMichels

“La primavera musicale loanese – dice il Sindaco Luigi Pignocca – ospita anche quest’anno una rassegna prestigiosa curata dalle Cappe Turchine. La Confraternita ci regala ogni anno concerti di grande valore musicale con artisti di livello internazionale.”

“A fare da cornice ai concerti – spiega l’Assessore Remo Zaccaria – sarà il bellissimo Oratorio N.S. del SS. Rosario, con la sua galleria di opere di grandi artisti dei secoli scorsi. In questo magnifico spazio anche quest’anno risuoneranno ricercati repertori di musica sacra.”

Ospite del primo appuntamento de “Le musiche dell’anima”, in programma alle ore 17.00, sarà Ensemble vocale e strumentale Gli Invaghiti che eseguirà le “Lamentationes” di Jan Dismas Zelenka, un concerto dedicato alle composizioni del periodo della Settimana Santa.

L’Ensemble vocale e strumentale “Gli Invaghiti” è nato a Chivasso nel 2008 per volontà e sotto la direzione di Fabio Furnari. È formato da musicisti dalle consolidate e riconosciute esperienze solistiche, corali e orchestrali. Si dedica prevalentemente alla riscoperta, trascrizione ed esecuzione di partiture medievali, rinascimentali e barocche. L’Ensemble ha ricostruito e realizzato l’Officium de Passione Domini, scritto da San Bonaventura su richiesta di re Luigi IX di Francia.

Ha inoltre collaborato con il MIBAC e la Soprintendenza per i Beni Architettonici e Paesaggistici del Piemonte per la realizzazione di Beata Viscera, Concerto per la Festa Europea Della Musica 2009 e per Musica Coelestis, Concerto per l’anno Internazionale dell’Astronomia.

L’ensemble Gli Invaghiti, inoltre,  è stato incaricato di ricostituire l’antica Cappella Musicale della millenaria Basilica-Santuario della Madonna di Crea (patrimonio UNESCO).

Ultima revisione articolo: