Perché al supermercato compriamo più del necessario? I trucchi del marketing tra gli scaffali

di Dario Urselli – Quelli dei supermercati, dopotutto, sono gli stessi markettrucchi di marketing del fruttivendolo sotto casa, per chi ancora se lo ricorda! Con tante sottili differenze, però, che cambiano radicalmente geografie commerciali urbane, sistemi agricoli mondiali e abitudini di consumo quotidiane.

Le strategie di marketing esistono per un solo scopo: vendere. Magari vendere qualcosa in più rispetto a quello che abbiamo deciso di acquistare nella nostra lista della spesa. Magari vendere un prodotto sul quale il venditore ha un guadagno maggiore rispetto a quello che abitualmente consumiamo. Magari creare un bisogno nuovo laddove non c’è per vendere così il prodotto che lo soddisfa.

Vediamo allora alcuni di questi trucchi recentemente pubblicati su Exponet, il magazine di approfondimento su cibo e alimentazione dell’EXPO di Milano “Nutrire il pianeta, energia per la vita”.

Musica di sottofondo tra le corsie – Una buona musica può predisporre il nostro umore ad essere più rilassato e allegro, spingendoci quindi all’acquisto.

Disposizione sugli scaffali – I prodotti che vogliono essere venduti più facilmente sono disposti ad altezza dello sguardo in modo da essere subito notati e facilmente raggiungibili.

Prodotti alle casse – Quando ci rechiamo alle casse per pagare, ci ritroviamo sempre circondati da dolciumi, caramelle e prodotti che già abbiamo incontrato lungo le corsie. Come mai le ritroviamo anche lì? Perché questa è una posizione ideale per i bambini che si trovano sul passeggino. Spesso anche noi adulti non resistiamo e, in coda alla cassa, ci lasciamo tentare molto facilmente.

Carrelli e cestini – Se abbiamo a disposizione un cestino invece che le sole braccia, tendiamo a comprare di più, soprattutto se dotato anche di ruote per farci girare con più calma e senza pesi.

Marcatura dei prezzi – Sono quei prezzi con virgola 99. Ad esempio un prodotto a 4 euro verrà prezzato 3,99. Il trucco sta nel farci economizzare gli sforzi mentali facendoci ricordare solo il numero prima della virgola. Ci sembrerà così di spendere meno.

Altre soluzioni comuni sono: carta fedeltà, promozione tipo “prendi 3 paghi 2”, assaggi gratuiti finalizzati alla vendita, prodotti civetta a prezzi scontati.

Molte di queste tecniche sono sotto gli occhi di tutti, altre più nascoste. In fondo, non c’è nulla di male, si tratta di commercio. Più importante, però, è esserne consapevoli.

Articolo di - febbraio, 2015. Pubblicato nelle sezioni: Senza categoria. Può seguire ogni risposta attraverso RSS 2.0. Commenti e pings sono al momento chiusi.