Earth – Ecco le prime 10 destinazioni turistiche che per il 2015 rispettano criteri di sviluppo umano

di Dario Urselli – Secondo EARTH, la prima Organizzazione Non 10 meteGovernativa europea per il turismo responsabile, si può calcolare quasi aritmicamente la crescita etica dei paesi, utilizzando parametri di sviluppo sociale ed economico. Così facendo EARTH da diversi anni suggerisce ai viaggiatori globali una lista dei luoghi che più meritano di essere visitati per lo sforzo dei loro governi nelle politiche di sviluppo. Sforzi rivolti in particolare nei settori dei diritti umani, del benessere sociale, della protezione dell’ambiente, recentemente anche della tutela degli animali, il tutto compatibilmente con una vivace e crescente industria del turismo basata sul senso di comunità in modo che l’incontro con le culture locali sia significativo e reciprocamente arricchente.
Oggi i viaggiatori sanno che anche se la destinazione è lontana sarà facile rimanere in contatto con la realtà che ci si lascia alle spalle. Questo è senza dubbio una importante fonte di distrazione da quell’andare verso l’ignoto che è un po’ il senso più o meno inconscio del viaggio. Ogni viaggio è sempre fonte di sorpresa se ci si dimentica della propria vita a casa: si incontrano persone che arricchiscono la nostra vita, si vedono luoghi che ispirano i nostri sogni, si immaginano progetti che possono anche farci cambiare idea sulla nostra visione del mondo!
Sappiano che il turismo è la più grande industria al mondo per fatturato e movimento di persone, ciò significa che i viaggiatori hanno un enorme potere: il luogo dove decidiamo di lasciare la nostra impronta ha risvolti economici e sociali che vanno ben oltre la nostra esperienza personale. Essere consapevoli di ciò significa coltivare il nostro ruolo di cittadini-diplomatici che sanno contribuire a cambiare in meglio il mondo. EARTH esorta quindi il viaggiatore a esplorare queste destinazioni che stanno facendo un vero e proprio sforzo per “fare la cosa giusta”, un modo per usare la nostra influenza economica per premiare e sostenere le buone pratiche.
Secondo i risultati ottenuti nel corso del 2014, la top ten per l’anno che sta per iniziare vede quindi in elenco: Capo Verde, Cile, Repubblica Dominicana, Lituania, Mauritius, Palau, Samoa, Tonga, Uruguay, Vanuatu.

Articolo di - Dicembre, 2014. Pubblicato nelle sezioni: Senza categoria. Può seguire ogni risposta attraverso RSS 2.0. Commenti e pings sono al momento chiusi.