Albenga a teatro: divertimento per grandi e piccini con “Ode alla vita”

di Alfredo Sgarlato – Dopo uno spettacolo forte e radicale come “Furie Ode alla vitade sanghe” la rassegna curata da Kronoteatro cambia totalmente prospettiva con “Ode alla vita”, della compagnia Rodisio di Collecchio. Sulla scena vuota arrivano due vecchietti, in realtà due giovani truccati, Manuela Capece e Davide Doro, anche autori dello spettacolo.

Costruiscono una casa e iniziano, usando solo gesti e musica, a raccontare la loro storia. Si innamorano, si corteggiano. Ballano, cucinano, brindano, ricostruiscono una vita intera. Il pubblico ride, ma nello spettacolo c’è anche moltissima poesia, come quando una luna spunta dietro la casetta dei due innamorati.

Gli interpreti, molti bravi, non sono mai stucchevoli, mai esagerati nella gestualità, ma sempre calibrati, espressivi e simpatici. Abbiamo anche una grande lezione: in questa epoca in cui si parla persino troppo si può affascinare un pubblico di tutte le età senza parole, ma solo con gesti ed espressivittà del volto. Il pubblico adulto trova lo spettacolo troppo breve, ma è costruito a misura di bambino, e la durata mantiene la soglia di attenzione anche dei più piccoli.

Molte famiglie in sala e dopo lo spettacolo è bello vedere le strade intorno al Teatro Ambra non vuote ma piene di persone di tutte le età. Spriamo che i piccoli spettatori si siano innamorati del teatro come i due personaggi lo sono della vita e continuino da grandi ad affollare le sale. Noi adulti intanto non perdiamoci i prossimi spettacoli al Teatro Ambra.

Articolo di - marzo, 2014. Pubblicato nelle sezioni: Accade in Riviera...,Teatro, Opera, Danza,TERZA PAGINA. Può seguire ogni risposta attraverso RSS 2.0. Commenti e pings sono al momento chiusi.