Albenga, a Palazzo Peloso Cepolla ciclo di conferenze “L’Ottocento in Liguria: dall’Unità d’Italia alla Grande Guerra”

Ad Albenga il prossimo sabato 1 febbraio alle ore 16,30 nel Palazzo Peloso Albenga Palazzo Peloso Cepolla fpA1 00Cepolla avrà inizio il ciclo di conferenze curato dalla sezione ingauna dell’Istituto Internazionale di Studi Liguri

“L’Ottocento in Liguria: dall’Unità d’Italia alla grande guerra”. La prof. Bianca Montale, dell’Università di Genova, terrà la Prolusione.

Il ciclo di conferenze continuerà fino al 22 marzo con appuntamento ogni sabato alle ore 16,30; al termine del ciclo di conferenze – e in riferimento ad esso – si effettueranno alcune visite guidate a monumenti, città d’arte e musei.

Il Programma:

sabato 1 febbraio Bianca Montale, Università di Genova: Prolusione;

sabato 8 febbraio Riccardo Musso, Istituto Internazionale di Studi Liguri, Sezione Ingauna: Albenga nell’età del Risorgimento;

sabato 15 febbraio Giorgio Barbaria, Istituto Internazionale di Studi Liguri, Sezione Ingauna: Le condizioni igienico-sanitarie del Circondario di Albenga nell’“Inchiesta Jacini”;

sabato 22 febbraio Patrizia Valdiserra, Istituto Internazionale di Studi Liguri, Sezione Ingauna: Albenga: una storia, tante storie. Ritratto di una città tra storiografia e letteratura;

sabato 1 marzo Bruno Schivo, Istituto Internazionale di Studi Liguri, Sezione Ingauna: Lo sviluppo del turismo in Riviera e gli Inglesi ad Alassio;

sabato 8 marzo Massimiliano Caldera, Istituto Internazionale di Studi Liguri, Sezione di Torino: Restauri e metodi di restauro tra Otto e Novecento, tra Piemonte e Liguria;

sabato 15 marzo Luciano Livio Calzamiglia, Istituto Superiore di Scienze Religiose: Diocesi di Albenga-Imperia – I vescovi di Albenga del secondo Ottocento;

sabato 22 marzo Antonio Anfossi, Istituto Internazionale di Studi Liguri, Sezione Ingauna: Un pittore dell’Ottocento: Benedetto Musso.

Articolo di - gennaio, 2014. Pubblicato nelle sezioni: Cultura,Idee per il weekend,Memoria e Tradizioni,Primo piano,TERZA PAGINA. Può seguire ogni risposta attraverso RSS 2.0. Commenti e pings sono al momento chiusi.