In libreria la ristampa dell’opera satirica di Giovanni Ruffini ” I Paragreen- Avventure di una famiglia inglese a Parigi”

di Sergio Bagnoli – È giunta in libreria la ristampa, a più di un secolo e Giovanni Ruffinimezzo dalla prima edizione, del romanzo satirico “I Paragreen- Avventure di una famiglia inglese a Parigi” scritto dal letterato e patriota ligure Giovanni Ruffini, il più incline alla letteratura dei tre fratelli eroi del Risorgimento italiano che nell’imperiese Taggia affondavano le proprie origini. Giovanni Ruffini, nato nel 1807, diede alle stampe quest’opera nell’ormai lontano 1855, all’indomani dell’Esposizione universale di Parigi. Era quella un’Europa profondamente diversa da quella odierna: Francia, Gran Bretagna, Austria- Ungheria, Prussia e Russia dominavano con i loro immensi imperi, nei primi due casi soprattutto coloniali, buona parte del globo terrestre.

L’Italia ancora non esisteva, anzi ci si trovava proprio nel bel mezzo del cosiddetto ” decennio di preparazione” in cui il piccolo Regno di Sardegna, alleato della Francia, si preparava ad un’industrializzazione intensiva del proprio territorio, alla modernizzazione del Paese ed all’attacco all’Austria- Ungheria per allargare a tutta la Pianura Padana, questo almeno era il disegno originario del Governo sabaudo, il proprio territorio. La scena politica britannica intanto era dominata dalla grande figura della Regina Vittoria, una delle più indimenticabili sovrane del Regno Unito. L’allora ” Way of Life” inglese, cioè di quel popolo che ” ogni giorno si metteva cinque volte a tavola”, era allo stesso tempo invidiata e dileggiata in tutto il mondo. Furono questi i motivi che spinsero l’allora quasi cinquantenne Giovanni Ruffini a scrivere un romanzo satirico in cui si trasformavano tali abitudini britanniche in un ritratto caricaturale di una media famiglia alto- borghese di sudditi di Sua Maestà che, per la prima volta, mettevano il naso al di fuori dell’Impero recandosi nella capitale dei detestati francesi in occasione dell’Esposizione Universale ove i loro comportamenti tradizionali apparivano tutt’al più bizzarri.

Oggi per la prima volta il romanzo riappare, tradotto in un italiano moderno da Gorgio Revelli formatosi in Lingue e Letterature straniere all’Università di Lille, all’attenzione dei lettori della Penisola italica. E’ un’occasione per afferrare in tutta la sua completezza l’opera dello scrittore taggiasco che, oltre ad essere un patriota celebre e l’autore del romanzo risorgimentale ” Lorenzo Benoni” e del celebre ” Dottor Antonio” che tanto merito ebbe nel lanciare turisticamente la Riviera Ligure di Ponente presso i sudditi della Regina Vittoria, fu anche un profondo conoscitore della letteratura inglese ed un acuto umorista. ” I Paragreen” furono accolti con favore dalla critica londinese del tempo e soprattutto dallo scrittore britannico Charles Dickens. Riapparsa nelle librerie la sua ristampa, questo romanzo di centosettanta pagine sta per essere presentato e fatto conoscere agli appassionati in molte città italiane come Caserta, Napoli, Siena e tante altre. Ieri pomeriggio, di fronte ad un pubblico attento, il traduttore lo ha presentato ai sanremesi nella grande aula del Palazzo del Capitolo nel bel mezzo del medioevale quartiere della Pigna, cuore dell’autonomia comunale dell’antica Matuzia del tredicesimo secolo.

Articolo di - gennaio, 2014. Pubblicato nelle sezioni: Libri & Autori,TERZA PAGINA. Può seguire ogni risposta attraverso RSS 2.0. Commenti e pings sono al momento chiusi.