Albenga: vice direttore TG1 Sangiuliano inaugura la rassegna “Incontro con l’autore”

Lunedì ad Albenga primo appuntamento della rassegna “Incontro con Repubblica senza Patrial’autore”, rassegna letteraria a cura del Centro Aiuto Vita – Ingauno e di Eraldo Ciangherotti, con il patrocinio dell’Uni Tre Albenga, dedicata a temi di attualità, cultura, politica.

Domani,  27 gennaio, alle ore 21 nell’Aula Magna UniTre in Piazza San Domenico, con la collaborazione della Libreria Le Torri di Albenga la presentazione di “Una repubblica senza patria – Storie d’Italia dal 1943 a oggi” (2013, Edizioni Mondadori – Le Scie), scritto da Gennaro Sangiuliano con Vittorio Feltri. A dialogare con l’autore, Eraldo Ciangherotti, promotore dell’iniziativa, e il giornalista Cristiano Bosco. «Siamo legati a una strana idea della politica», si legge nella presentazione del libro: «Non la consideriamo lo strumento che dovrebbe permetterci di vivere meglio, ma una religione, nei confronti della quale c’è solo fede cieca e nessuna voglia di ragionare. Si procede senza valutare il proprio interesse, comportamento tipico di un Paese che non sa cosa sia la patria, quindi si attacca a un partito, a una confessione religiosa, talvolta al calcio. Tutto, pur di non riconoscersi come popolo unico e come patria».

Gennaro Sangiuliano e Vittorio Feltri ripercorrono le vicende fondamentali del dopoguerra, dalle origini della Repubblica fino alla nostra desolante attualità, per giungere a una conclusione sconfortante: “l’Italia è una Repubblica senza patria, che è come dire uno Stato senza nazione, fatto di cittadini che si riconoscono solo nel proprio gruppo, che perseguono solo il proprio tornaconto”. Gennaro Sangiuliano ricostruisce storicamente la cronaca degli anni fra il 1943 – dalla firma dell’Armistizio e dalla fuga del re – e gli anni Settanta del Novecento. La matrice che a suo parere unisce tutte le esperienze politiche italiane è la divisione, la mancanza di una prospettiva condivisa della Stato e dello sviluppo economico e culturale della nazione. Una storia caratterizzata da contrasti politici e ideologici che preludono a due Italie sullo stesso suolo (che a un certo punto sarebbero anche potute diventare due Stati): la destra democristiana e «filoamericana» e la sinistra comunista e «filosovietica».

La rassegna proseguirà il 30 gennaio, con ospite l’ex Sottosegretario Alfredo Mantovano, autore di “Irrispettabili”.

Articolo di - gennaio, 2014. Pubblicato nelle sezioni: Libri & Autori,TERZA PAGINA. Può seguire ogni risposta attraverso RSS 2.0. Commenti e pings sono al momento chiusi.