Non solo elezioni nel weekend di Albenga; Moni Ovadia “cantore” epico all’Anfiteatro Romano

Albenga. Non solo elezioni nel weekend di Albenga. Venerdì mattina intorno alle ore 10 rientrerà in città, dopo il suo lungo viaggio in 41 tappe, l’artista camminatore Sergio Giusto che si è impegnato, nell’ambito del progetto Pelegrin Age, a tracciare il percorso che unisce Szombathely in Ungheria – città natale di San Martino – ad Albenga, aprendo così la strada ai futuri pellegrini che si vorranno cimentare nel cammino.

Con il meteo favorevole, che vede un fine settimana caldo e soleggiato, “sabato sera si vivrà certamente una serata magica tra le antiche pietre dell’Anfiteatro Romano”, con Moni Ovadia che, nell’ambito del Progetto Odissea, un racconto Mediterraneo del Teatro Pubblico Ligure, declamerà “La gara dell’Arco” dal XXI Canto dell’Odissea. Sono ancora disponibili biglietti per la serata presso il nuovo ufficio IAT nella Torre civica (per info e prenotazioni 335/5366406). “Un ottimo motivo per visitare Albenga e il suo anfiteatro, che sino allo scorso anno era rimasto nel dimenticatoio della storia, non utilizzato da circa duemila anni e che l’Amministrazione comunale ha fortemente voluto ripristinare e con accordi con la sovrintendenza e i proprietari del luogo si è finalmente giunti ad una convenzione per una serie di spettacoli. Un appuntamento da non mancare anche per il grande interprete della cultura Moni Ovadia, scrittore, attore e cantante al quale l’Università degli Studi di Palermo ha conferito il 24 maggio la laurea magistrale honoris causa in Comunicazione del Patrimonio culturale”.