Loano, laboratori di teatro e arte all’insegna della Lingua dei Segni

Loano. Si intitola “Sordi e udenti: impariamo la lingua dei segni e il valore del silenzio” il pomeriggio di arte, silenzio e teatro in programma sabato 11 maggio a partire dalle 15 presso la pagoda di via Ortigara a Loano. La manifestazione è stata organizzata dall’associazione “Non parto di testa” con il patrocinio del Comune di Loano. Durante il pomeriggio i piccoli partecipanti saranno coinvolti in molteplici attività che li accompagneranno alla scoperta della Lingua dei Segni Italiana e dell’arte e del teatro declinati anche per i sordi. Con il laboratorio “Gioco a teatro” i bimbi impareranno a recitare con lo sguardo, con il viso, con i gesti: insomma, con il corpo. Il laboratorio teatrale, condotto da Rosanna Cairo, si basa su giochi e attività non verbali per favorire e stimolare la creatività e la fantasia, utilizzando tutti gli strumenti espressivi a disposizione del nostro corpo e l’espressione mimica naturale che tutti noi abbiamo in forma innata. Nel laboratorio creativo “Colori ed emozioni” di Viviana Siviero i bimbi si avvicineranno all’astrattismo ispirato a Kandinskij e alla sua opera fra suoni, colori ed emozioni. Con Carlo Di Biase, infine, i bambini e le loro famiglie potranno approcciarsi in modo semplice e divertente alla Lis, la Lingua dei Segni Italiana, condividendo letture di fiabe e giocando. L’incontro è aperto a tutti. Iscrizione obbligatoria entro il 10 maggio al numero 335.6239454 tramite messaggio Whatsapp.

   Invia l'articolo in formato PDF