Il Consiglio dell’Unione Valmerula e Montarosio ha adottato la Variante al PUC

Andora. Il Consiglio dell’Unione Valmerula e Montarosio ha adottato laandira,  ai sensi dell’art. 44 della Legge regionale 36/97.  Nell’ambito dei limiti previsti dalle leggi nazionali, sono state modificate norme urbanistiche di carattere generale con l’obiettivo di favorire la riqualificazione del patrimonio immobiliare  esistente.  Soddisfazione è stata espressa Sindaco di Andora e Presidente dell’Unione dei Comuni,  Mauro Demichelis. “Sono lieto che l’Unione abbia adottato questa Variante utile per avviare una riqualificazione generale degli immobili di vecchia concezione che non rispondono più alle esigenze dei proprietari e alla richieste del mercato immobiliare di tipo turistico”  ha dichiarato  Demichelis. “Ad Andora, come in tutta la vallata, sono presenti moltissimi appartamenti costruiti negli anni ’70: spesso hanno grandi dimensioni e nel tempo non sono stati più rinnovati. Se si avviasse un rinnovo generale del patrimonio immobiliare delle seconde case, anche attraverso il frazionamento di appartamenti, non solo ci sarebbe un rilancio dell’economia edilizia e commerciale legata alle ristrutturazioni, ma Andora diverrebbe ancor più attrattiva turisticamente per coloro che da qualche anno privilegiano le vacanze in Italia a quelle all’estero, ma esigono standard abitativi moderni e confortevoli.” In linea con quanto già previsto in altri comuni liguri, la Variante adottata dall’Unione, prevede che ad Andora sia ridotta da 45 a 38 mq, in alcuni ambiti del Piano urbanistico ReS7, Res8 (ambiti saturi) e Ns (nuclei storici) la superfice minima degli immobili a carattere residenziale.

   Invia l'articolo in formato PDF