Anello Verde, terza edizione del Festival Internazionale dell’Ambiente e della Sostenibilità

Savona / Finale Ligure. La terza edizione di Anello Verde, il Festival Internazionale dell’Ambiente e della Sostenibilità si svolgerà dal 21 al 24 marzo 2019 a Finale Ligure con il contributo del Comune di Finale Ligure e con il sostegno di numerosi sponsor. Il programma di Anello verde è stato principalmente pensato per rendere protagoniste di un confronto produttivo le molte realtà che operano nei settori di cui si occupa Il Festival a tutti i livelli, da locale a internazionale e far conoscere meglio le eccellenze del settore Green e Smart per dimostrare che la differenza si può fare. I settori di riferimento sono otto: Natura e Ambiente / Territorio e Valorizzazione / Innovazione e Tecnologia / Costruzioni e Smartcity / Outdoor e Sport / Alimentazione/ Salute e Benessere / Sostenibilità e Ottimizzazione.

Appuntamenti in programma

Anello Verde aprirà con un Forum sulla Fibromialgia in collaborazione con l’Associazione Italiana Sindrome Fibromialgica AISF, giovedì 21 marzo, a partire dalle ore 15, nell’ Auditorium di Santa Caterina. Sarà trattata anche la pet teraphy come sostegno ai bambini fibromialgici. Venerdì 22 marzo, alle ore 10, sempre nell’ Auditorium un appuntamento dedicato ai ragazzi delle scuole dal titolo Giovani per l’Ambiente, dedicherà attenzione a celebrare il giorno stesso della Giornata Mondiale dell’ Acqua e a far loro conosceregli obiettivi dell’Agenda per lo Sviluppo Sostenibile del 2030. Venerdì, alle ore 21, sarà la volta, al salone a Mare Boncardo di un talkshow tutto green con la partecipazione di importanti protagonisti dei settori trattati a raccontare le loro attività, progetti, libri. Tra essi Sabina Airoldi, responsabile delle ricerche dell’Istituto Tethys nel Santuario Pelagos che illustrerà i tentatré anni di studio dei cetacei e della conservazione marina e il recentissimo traguardo raggiunto del Protocollo d’intesa che vedrà collaborare nell’ambito della ricerca scientifica e della divulgazione ai fini della tutela del mare Il Corpo delle Capitanerie di porto – Guardia Costiera e l’Istituto Tethys ONLUS. L’appuntamento sarà presentato dal giornalista Alberto Sgarlato che ha anche supportato l’organizzazione del festival. Sabato 23 e domenica 24, presso l’Oratorio De’ Disciplinanti, a Finalborgo, si potrà visitare Green Attitude: presentazione del neo nato Centro di Educazione Ambientale Finale Natura con immagini ed esposizioni di artisti.

La serata d’onore e gli “Anelli verdi”

Il clou sarà la Serata d’Onore con la consegna dei riconoscimenti “Anelli Verdi” alle eccellenze green e smart, nell’accezione che lo vede spesso affiancato a city, quindi intelligente. Saranno consegnati sabato 23 marzo, alle ore 21, presso l’Auditorium nei Chiostri di Santa Caterina a Finalborgo, una location suggestiva che fa immergere nella cultura e nella storia di uno dei Borghi più belli d’Italia. Una serata di gran spettacolo che prevede anche la proiezione di immagini che lasceranno a bocca aperta. Sarà un galà di ribalta per chi riceverà i diciotto premi, Anelli Verdi alle eccellenze green e smart per gli otto settori di cui si occupa il Festival. Sarà consegnato anche un Anello Rosa alla solidarietà e sostegno femminili. La conduzione altamente competente di Emanuele Biggi, co-conduttore con Sveva Sagramola di Geo su Rai 3 chiuderà l’“anello di qualità” che caratterizza l’intero evento. Biggi , infatti è un naturalista, genovese, con un dottorato in Scienze Ambientali Marine. È fotografo e comunicatore scientifico, specializzato nello studio degli animali, soprattutto i più insoliti e meno conosciuti. Collabora abitualmente con riviste di settore anche internazionali come BBC Wildlife Magazine, Rivista della Natura, Geo Magazine, Science Illustrated, Focus Wild e molti altri. Anello Verde è reso autorevole da un importante Comitato Scientifico di “eminenze” nei loro campi. I riconoscimenti sono stati individuati con riferimento al territorio, alla Provincia, alla Regione, altri saranno nazionali e internazionali. Le tematiche saranno: sostenibilità, recupero, riconversione, sport outdoor, educazione ambientale, economia circolare, innovazione, aziende “green”, divulgazione, ruolo sociale. Riceverà il premio alla Carriera Luca Bracali, un vero “green man”. Esploratore, fotografo, regista e documentarista Rai, autore di quattordici libri sulla Natura e sull’Ambiente, ha realizzato importantissimi servizi video fotografici, anche per il National Geographic. Tra le sue ultime uscite Il Respiro della Natura vol. 1 e 2. Tra gli altri candidati agli Anelli Verdi e menzioni varie, collocati sul territorio, sono inclusi: L’Istituto Italiano di Tecnologia, il Comune di Bordighera (Im), Comune di Bormida (Sv), il Comune di Rezzo (Im), la comunità di Pratosopralacroce a Borzonasca (Ge), la start up Pellet ingauno, Green’s app, Riambientiamoci, Alessandro Bergallo, Varazze outdoor e la spiaggia 20 Riviera Varigotti, Stefano Lasagna, realtà finalesi. I diciotto Anelli Verdi saranno svelati solo durante l’appuntamento di sabato sera. Sarà una Serata ricca di immagini proiettate davvero mozzafiato e di interventi e testimonianze di enorme emozione e coinvolgimento del pubblico. I premi Anelli Verdi consegnati contribuiscono anch’essi ad apportare valore, in quanto opere di artisti, soprattutto locali tra cui Carlo Lovisolo, Laura Tarabocchia, Massimo Previtera, Gianluca Cutrupi, Diego Santamaria e alcuni artisti di Arte Pozzo.

La campagna Plastic Free Tribe

Intanto è già partita a inizio mese la campagna Plastic Free Tribe per aggregare, con la raccolta della plastica prevista per la mattina del 24 marzo, in tutti i comuni della Liguria e oltre che aderiranno, cittadini, associazioni, giovani, studenti e operatori. Il modulo di adesione è sul sito del Festival www.anelloverde.it, ed è di facilissima compilazione con invio immediato. Potranno aderire anche artisti che realizzeranno con il materiale raccolto delle opere d’arte, capolavori di riciclo. Plastic Free Tribe sarà accompagnato dall’omonimo Contest fotografico che prevede come premi due supporti fotografici messi in palio dal network ed e-shop Onnik.it, composto da oltre trenta siti dedicati alla fotografia professionale, con strumenti, accessori e materiali utili ai fotografi di ogni livello. Il Festival si concluderà domenica 24 alle ore 17, con il concerto del Duo Luca Lucini e Matteo Faloni in collaborazione con Società dei concerti di Finale Ligure per Anello Verde in Musica, la musica che unisce. Tutti gli appuntamenti del Festival sono a ingresso libero e gratuito. È possibile per la Serata del 24 marzo, condotta da Emanuele Biggi, riservare i posti scrivendo a info@anelloverde.it

La presentazione dell’edizione Anello Verde 2019

La conferenza stampa di presentazione dell’edizione 2019 di Anello Verde: il Festival Internazionale dell’ Ambiente e della Sostenibilità che consegna gli Anelli Verde alle eccellenze Green e Smart si è svolta oggi, giovedì 14 marzo, a Genova presso la Sala Trasparenza, del Palazzo della Regione Liguria. Sono intervenuti  l’Assessore Regionale all’Agricoltura, Allevamento, Caccia e Pesca, Acquacultura, Parchi e Biodiversità Sviluppo dell’ Entroterra, Escursionismo, e Tempo Libero Stefano Mai, l’Assessore al Turismo, Cultura e Sport del Comune di Finale Ligure Claudio Casanova con il funzionario Selene Pollini, Tiziana Voarino idea, progetto, direzione di Anello Verde.

Anello Verde è nato dall’idea e dal progetto di Tiziana Voarino, è a cura del brand associativo Risorse Progetti & Valorizzazione. Spiega Tiziana Voarino che si occupa della direzione “l’anello è una forma che simboleggia il collegamento, l’unione, l’essere completo, la circolarità, il ‘link’, crea reti di collaborazioni con lo scopo di interagire e massimizzare i risultati. Quest’anno, Anello Verde si è ulteriormente ampliato, ha acquisito la titolarità di internazionale, ha creato un anello di collaborazione con oltre centodieci realtà strettamente connesse alle tematiche di cui si occupa il Festival. Tra le principali nuove interazione vanta quella di Save the Planet che sarà presente al Festival. L’Agenda del 2030 è un programma d’azione per le persone, il pianeta e la prosperità sottoscritto nel settembre 2015 dai governi dei 193 Paesi membri dell’ONU: ingloba 17 Obiettivi o goals – in un grande programma d’azione per un totale di 169 target o traguardi. È ormai un dovere diffonderla e divulgarla, infatti non solo l’approfondiremo nelle varie sedi. L’abbiamo anche resa facilmente scaricabile dal nostro sito nella versione italiana di Asvis (Alleanza italiana per lo Sviluppo Sostenibile). Finale Ligure è stato scelto come sede del Festival perché ha un habitat prevalentemente e potentemente “green” ed è fortemente connesso all’ambiente che lo circonda: conduce per l’intero anno gli amanti delle attività sportive all’aperto a raggiungerlo, a soggiornarvi, a viverlo. Natura che, per altro, va tutelata e protetta con un approccio assolutamente sempre più sostenibile. Il complesso di Santa Caterina, dove si svolge il Festival, è un brillante esempio di recupero e trasformazione in un centro culturale polivalente di forte appeal. Finale chiude l’’Anello Verde’. Abbiamo anche aggiunto un’iniziativa altamente operativa che è Plastic Free Tribe, campagna per la raccolta della plastica in tutta la regione Liguria, e non solo, prevista per il 24 marzo”.

L’Assessore Regionale all’Agricoltura, Allevamento, Caccia e Pesca, Acquacoltura, Parchi e Biodiversità, Sviluppo dell’entroterra, Escursionismo e Tempo libero Stefano Mai dichiara: “Si tratta di un’iniziativa importante che rientra pienamente nel percorso che come assessore ho voluto iniziare per lo smaltimento dei rifiuti in porto. Insieme alle associazioni dei pescatori e ai flag, abbiamo dato vita al progetto “PRiSMa MED”, nel quale la Regione Liguria è capofila per lo smaltimento e il riciclo dei rifiuti pescati in mare e prodotti nei porti. Il progetto, finanziato dal Programma Marittimo, prevede un’azione pilota di riciclo dei rifiuti direttamente in porto, in modo da dare vita ad un’economia circolare legata al recupero integrale di alcuni prodotti di scarto, tipici della pesca e dell’acquacoltura e diporto, al fine di reinserirli nel ciclo produttivo. Inoltre si è recentemente costituita la squadra di sub della Protezione Civile di Albenga che si è detta disponibile a collaborare per il recupero dei rifiuti sui fondali marini che, una volta recuperati, saranno gestiti attraverso il progetto succitato”. Aggiunge l’Assessore alla cultura, Sport e Turismo Claudio Casanova che ”si tratta di un’iniziativa che valorizza il territorio nei suoi aspetti più ecologici e che persegue il rispetto dell’ambiente quale bene comune da preservare e custodire. Bene comune che oggi è oggetto della principale attività presente sul territorio che è il turismo nei suoi diversi aspetti e sfaccettature“

Hanno partecipato alla conferenza, per gli sponsor: il dott. Walter Pilloni amministratore delegato di Ecomission e per Riambientiamoci, Nicola Caldana di Nadurdet e distributore di Eco Tecnologie,  Gabriella Massaferro di Docks Lanterna. Inoltre hanno partecipato: il giornalista Alberto Sgarlato, presentatore ldel talk show Green e consulente, per il territorio, del Festival, il sindaco di Bormida (Sv) Daniele Galliano, l’ Assessore all’ edilizia pubblica, Impianti tecnologici, Strade, Verde Pubblico e Arredo urbano, Politiche giovanili, Sport del Comune di Varazze Luigi Pierfederici e il Presidente di Varazze Outdoor Marco D’ Aliesio, Ing. Federico Ceriati consigliere comunale con delega alla cultura del Comune di Rezzo (Im), il Presidente di Confassociazioni Liguria dott.Eugenio Novaro, il vicepresidente di Aisf dott.Egidio Riva, la psicologa dott.ssa Anna Maria Roncoroni, il medico veterinario esperto in IAA dott. Massimo Scarzi, il dott. Leonardo Parigi dell’ Osservatorio Artico,  il Presidente del Consorzio Ingauno Energia Pulita Enrico Isnardi per la start up Pellet Ingauno,  Sara Campioli di 20 Riviera Varigotti, Fabio Aricò e Marco Tabbò di Green’ s App, gli attori e comici Alessandro Bergallo e Stefano Lasagna. 

   Invia l'articolo in formato PDF