Alassio, per Patrizia Mordente delega al Volontariato e primi incontri con le associazioni

Alassio. Prima uscita ufficiale quella di ieri pomeriggio dell’assessore Patrizia Mordente nelle nuove vesti di Assessore alle Politiche del Volontariato. Da pochi giorni infatti le è stato notificato il decreto che le assegna oltre alle deleghe al Bilancio alle Finanze e Pari Opportunità, già affidatele in precedenza, anche quella alle Politiche del Volontariato. “L’occasione è stata davvero importante – spiega la stessa – un incontro con tutte le Associazioni di volontariato del territorio per fare il punto sulle nuove normative che andranno ad interessare il terzo settore”.

Presso la biblioteca civica di Alassio si è svolto l’incontro, diretto dal Cesavo, il Centro Savonese di Servizi per il Volontariato nato per sostenere e qualificare l’attività delle organizzazioni di volontariato grandi e piccole con lo scopo di sostenere e qualificare le loro attività. “La nuova normativa – spiega Mordente – impegna le organizzazioni di volontariato e le associazioni di promozione sociale iscritte al registro regionale ad adeguare i propri statuti entro il 2 agosto 2019, in ottemperanza a quanto previsto dal nuovo Codice del Terzo Settore nato per mettere ordine nel diversificato universo del volontariato e del terzo settore”.

L’obbligo riguarda organizzazioni di volontariato, associazioni di promozione sociale, organizzazioni non lucrative di utilità sociale e qualora non rispettato comporterebbe la decadenza delle agevolazioni concesse al settore. “Per accompagnare quindi le associazioni in questo importante adempimento – aggiunge la neo assessore – il Cesavo ha organizzato dal 12 al 15 marzo 4 incontri: a Savona, Alassio, Finale e Millesimo per presentare sul territorio gli schemi di statuto predisposti dal Tavolo promosso dalla Regione Liguria”. “È stato un incontro molto utile e partecipato – la conclusione di Patrizia Mordente – che ci consentirà di proseguire nei rapporti di collaborazione con le associazioni attive sul nostro territorio e che si sono sempre distinte per il proprio valore e concretezza”.