Parchi regionali, De Ferrari (M5S) contro centrodestra ligure: “vogliono sfasciare i parchi regionali”

Nella foto: Marco De Ferrari, Consigliere in Regione Liguria del MoVimento 5 Stelle

Savona / Genova. “Con questo folle provvedimento, la Giunta Toti intende spedire nel limbo addirittura 42 aree protette nel savonese, mettere la parola fine all’istituzione del parco del Finalese (un parco accettato e promosso anche dai sindaci auditi in Commissione a novembre) e riperimetrare al ribasso larghissima parte del nostro patrimonio dei parchi per legge regionale, scavalcando di fatto i piani dei parchi stessi”, ha dichiarato a margine dei lavori in IV Commissione il consigliere regionale Marco De Ferrari.

“La giunta regionale di centrodestra oggi in Commissione Ambiente e Territorio ha letteralmente ignorato i nostri emendamenti che volevano scongiurare questo scempio al ribasso e ha rigettato anche il contenuto del preciso e puntuale documento WWF Liguria – inviato a tutti i commissari e alla Giunta – nel quale si esplicitava il sostegno alla completa salvaguardia delle aree protette liguri e le norme istitutive del Parco del Finalese, rilanciando anche la petizione online, già sostenuta da oltre 2700 firme raccolte in pochi giorni, lanciata proprio dal WWF Liguria e condivisa anche dall’Enpa regionale”.

“La Giunta Toti non solo è restata sorda agli appelli delle associazioni ambientaliste e di migliaia di cittadini liguri, ma ha ignorato anche la direzione del Governo: il Ministro dell’ambiente, il pentastellato Sergio Costa, infatti, nel mese di dicembre aveva già sottoscritto oltre 100 nuove aree protette a livello nazionale (su indicazione delle Regioni e al momento si sono attivate solo quelle del centro sud), con l’obiettivo di raggiungere entro fine 2019 la consistente cifra di almeno 300 zone a protezione speciale e 4 nuovi parchi nazionali (Portofino compreso) ed evitare così anche le infrazioni europee incombenti per colpa dell’inerzia dei governi precedenti”, aggiunge il consigliere. “Quindi, mentre il Governo, in soli 8 mesi e grazie al Movimento 5 Stelle, ha già aumentato i livelli nazionali di protezione della biodiversità (per non piangerne più la perdita, ma per proteggerla), la maggioranza di centrodestra ligure rilancia la devastante legge ‘sfascia Parchi liguri'”.

“Come MoVimento 5 Stelle Liguria, non ci arrendiamo: continueremo la nostra battaglia in Consiglio regionale contro lo smantellamento delle protezioni istituzionali del nostro territorio e dell’ambiente ligure da parte di una Giunta completamente assente e distratta sulla tutela della nostra già fragile biodiversità”. “Come hanno affermato lo stesso Enpa e il WWF, i parchi e le aree protette portano diffusa ricchezza, posti di lavoro e sviluppo sostenibile, invece di uno sfruttamento dannoso, sterile e fine a se stesso costituito soprattutto dai soliti interessi venatori”, conclude De Ferrari.

www.pdf24.org    Invia l'articolo in formato PDF