Ad Andora la prima regata “Plastic Free”

Andora. Niente bottigliette, piatti, posate e bicchieri fatti con materiali inquinanti: ad Andora si svolgerà la prima regata plastic free d’Italia. Si tratta della prestigiosa competizione nazionale “Italia Cup Laser” organizzata, dal 15 al 17 febbraio 2019, dal Circolo Nautico di Andora, con il patrocinio e il sostegno del Comune di Andora e dell’A.M.A. che porterà nel porto turistico ligure ben 400 atleti con famiglie, accompagnatori e tecnici al seguito. Andora, non solo è la prima a realizzare una regata del genere, ma l’iniziativa è stata ben accolta dalla Classe Laser che ha deciso di replicarla in tutte le competizioni nazionali di categoria.

“Niente bottigliette, piatti, posate e bicchieri fatti con materiali inquinanti – ha annunciato Pierangelo Morelli, Presidente del Circolo Nautico di Andora insieme al Vice Sindaco e Assessore allo Sport, Paolo Rossi – A ogni atleta sarà data una borraccia di alluminio per l’acqua e i pasti saranno serviti in stoviglie biodegradabili. Nella zona di rimessa delle barche, gli atleti avranno a disposizione tre distributori dell’acqua per ricaricare la borraccia, mentre durante la competizione le barche di appoggio saranno fornite di contenitori con riserve d’acqua. L’obiettivo è sensibilizzare i ragazzi verso i comportamenti virtuosi, saldando i valori dello sport a quelli della salvaguardia ambientale. Anche gli omaggi degli sponsor saranno consegnati esclusivamente in buste di carta. Dal 15 febbraio in poi – aggiunge Pierangelo Morelli- Tutte le nostre gare saranno plastic free”.

Uno sforzo notevole, sia dal punto di vista organizzativo che economico, ma che ha un concreto impatto se si pensa che, mediamente, nel corso delle regate vengono consumate più di 1500 bottigliette d’acqua. Il tutto in linea con la politica ambientale da sempre perseguita dal Comune di Andora e dall’Amministrazione Demichelis che ha sostenuto la manifestazione anche l’acquisto di due nuovi scivoli per l’uscita a mare delle imbarcazioni che rimarranno a patrimonio per le prossime regate.

“Andora sostiene le politiche ambientali che forniscono ai ragazzi e ai cittadini gli strumenti concreti per attuare subito comportamenti virtuosi – ha dichiarato il Sindaco Mauro Demichelis – Un plauso al Circolo Nautico Andora per l’iniziativa e per aver riconquistato la regata anche grazie alle tante vittorie ottenute dalla squadra agonistica. Da sempre l’Amministrazione è al fianco delle Associazioni andoresi che operano nel porto e non, spesso protagoniste di operazioni di pulizia dei fondali e delle spiagge, lezioni nelle scuole e in porto realizzate anche in collaborazione con la locale Delegazione di Spiaggia, guidata dal Comandante Giuseppe Zarrillo”.

Il porto di Andora è stato preferito anche per le sue caratteristiche tecniche, per gli ampi spazi offerti e per la vicinanza dell’approdo al campo di gara che garantisce velocità e sicurezza nei trasferimenti degli equipaggi.

“La Regata Free Plastic è in linea con l’impegno a favore dell’ambiente dell’AMA che nel 2018,per la prima volta, ha ottenuto la certificazione ISO 14001 che la impegna ad attuare e diffondere pratiche compatibili con la tutela ambientale fra i diportisti e sportivi” – ha sottolineato l’avvocato Francesco Bruno, Presidente dell’Azienda Multiservizi del Comune di Andora che gestisce con profitto l’approdo turistico, il solarium, la spiaggia libera attrezzata e la Farmacia Comunale.

www.pdf24.org    Invia l'articolo in formato PDF