Albenga, “Ottobre de Andrè” con i fratelli La Bionda ricorda la disco music “all’italiana”

Albenga. Sabato 27 ottobre, al Teatro Ambra, “Trafficanti di sogni” per il terzo appuntamento della rassegna “Ottobre De Andrè” organizzata dai Fieui di caruggi: «Dori Ghezzi e Antonio Ricci, insieme a Franco Fasano, riapriranno sul palco del teatro la cantina dei fieui di caruggi e accoglieranno il pubblico e gli ospiti. Tra gli avventori, vecchi e nuovi, artisti, campioni sportivi, musicisti, uomini e donne che continuano a trafficare in sogni.».

Tra gli ospiti saranno presenti anche i fratelli La Bionda, Michelangelo e Carmelo, che sono state e sono figure di spicco nel panorama musicale italiano. Autori e produttori, dagli anni Settanta ad oggi, non solo hanno lanciato la italo-disco music in tutto il mondo, ma hanno anche firmato sigle tv, colonne sonore e musiche degli spot di pubblicità. Tra le più note, qualche loro canzone a caso: 1-2-3-4-Gimme some more, One for you, one for me, Disco Bass, Bandido, Disco Delivery…. Per anni hanno fatto credere di essere artisti di lingua inglese, pubblicando i loro 33 giri con il nome di DD Sound.

Era infatti il momento in cui bisognava avere un nome esotico. C’erano I film con Terence Hill e Bud Spencer, mica con Mario Girotti e Carlo Pedersoli che erano poi i loro veri nomi; Giuliano Gemma si faceva chiamare Montgomery Wood nei film western; il regista Enzo Barboni firmava i suoi film come E.B. Clucher, e altri ancora.

Ad un certo punto però hanno iniziato ad usare il loro vero cognome. E grazie ai fratelli La Bionda la musica italiana divenne in tutto il mondo la italo-disco music, che non aveva niente da invidiare a quella disco americana o inglese.

Hanno scritto musica per tantissimi artisti, da Bruno Lauzi a Mia Martini, dalla Vanoni ai Ricchi e Poveri, ai Righeira. Hanno scoperto e lanciato Amanda Lear quando in Italia era una sconosciuta. Nel 1975 hanno scritto una canzone particolare, dal titolo “Ogni volta che tu ne vai”. Fabrizio De André la sentì mentre registrava il suo album Volume 8, perché i fratelli La Bionda stavano proprio collaborando con lui come musicisti, suonando le chitarre acustiche. Disse che l’avrebbe volentieri cantata. Poi, per diverse ragioni, non è successo. E magari se ne parlerà proprio sul palco del Teatro Ambra ad Albenga sabato 27 ottobre per il terzo appuntamento di “ottobre De Andrè” dei Fieui di caruggi.

Negli anni Ottanta hanno scritto anche tantissime colonne sonore di film di successo come Poliziotto Superpiù, Cane e gatto, Chi trova un amico trova un tesoro, Roba da ricchi, Miami Supercops. Loro erano anche le sigle dei Telegatti e di Sorrisi e canzoni, la musica del famoso gelato Algida “dal cuore di panna”, quella per McDonalds, per Coca Cola, per l’Aspirina. E loro fu pure fu la sigla della Domenica Sportiva più famosa, quella della prima edizione in onda a colori.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*