Teatro, ad Albenga la XII Kronostagione: quindici spettacoli in sei mesi

Albenga. Si aprirà sabato 17 novembre la dodicesima Kronostagione, sostenuta dal MiBACT, dalla Compagnia di San Paolo (Maggior sostenitore) nell’ambito dell’edizione del 2018 del bando “Performing Arts”, dal Comune di Albenga e da numerosi sponsor privati, con in programma, tra gli spettacoli per ragazzi e quelli serali, quindici appuntamenti, da novembre a maggio. EUFORIA, “questo titolo ci parla di quella sensazione, reale o illusoria, di benessere somatico e psichico che si traduce in un più vivace fervore ideativo da cui siamo presi ogni volta che ci apprestiamo all’organizzazione della stagione”, racconta la compagnia ingauna.

La campagna abbonamenti si aprirà il 20 ottobre. È possibile acquistare un abbonamento a 10 spettacoli serali (Intero € 100 / Ridotto € 80 – under 26, convenzionati e over 65). Quest’anno sarà inoltre possibile acquistare un “abbonamento sostenitore Kronoteatro”, per chi volesse sostenere il progetto della Kronostagione, al prezzo di € 150. La stagione serale si svolgerà allo Spazio Bruno, la sala teatrale allestita all’interno del Liceo G. Bruno. Gli spettacoli per ragazzi, invece, si terranno presso il Teatro Ambra.

Tutti gli appuntamenti, ad eccezione di quelli fuori abbonamento, prevederanno il dopoteatro con cibo, vino e musica, in collaborazione con nonunomeno social bar e il prezioso aiuto di Emanuele Lo Gioco, “segno della volontà di creare una comunità che si riunisca e si riconosca attorno all’evento teatrale”. Anche quest’anno sono previsti due focus su un artista, ognuno dei quali caratterizzato da due spettacoli – a distanza di una settimana – e un laboratorio gratuito di cinque giorni rivolto a giovani e meno giovani del territorio.

Per quanto riguarda la stagione serale, il primo appuntamento sarà sabato 17 novembre, alle ore 21, “Lo soffia il cielo”, di Trento spettacoli, uno spettacolo tratto da ‘Angelo della gravità’ e ‘Le cose sottili nell’aria’ di Massimo Sgorbani, che vede come protagonisti una madre e un figlio ai tempi della società dei consumi e delle immagini. Il 22 dicembre torneranno ad Albenga i Babilonia Teatri con il loro “Pedigree”, che racconta le difficoltà di una nuova generazione alle prese con genitori biologici e genitori di fatto, con nuove problematiche di identità e di coscienza.

L’anno nuovo si aprirà con l’ultimo lavoro dei Quotidiana.com, “Monopolista”, in scena venerdì 19 gennaio, che riflette sui concetti di dominio, prevaricazione, sfruttamento, che puntellano il percorso sempre più degradante dell’umano. A febbraio ci sarà il primo focus della stagione con i Maniaci d’amore: sabato 9, alle ore 21, Il nostro amore schifo, spettacolo rivelazione della compagnia, un’indagine dissacrante sul sentimento intricato della gioventù, sezionato e fatto a pezzi da due figli del nostro tempo, ingenui e spietati. Sabato 16 febbraio, Biografia della peste, uno spettacolo psicotico e magico, una riflessione sull’individuo e sulla comunità, sulla parzialità dell’esistenza, sulla voglia di cambiare e di immaginare un futuro migliore, ovunque sia. Tra i due spettacoli, domenica 10 febbraio 2019 ore 15-18 e lunedì 11 ore 14,30-17,30; giovedì 14 e venerdì 15 ore 15-18, ad Albenga in Via E. D’Aste 6 (ex biblioteca civica), dalle 15 alle 19, il laboratorio gratuito “Il filo rosso”, rivolto a persone comprese tra i 18 e i 60 anni, un’esperienza che fonde l’approccio psicoterapeutico allo storytelling, in cui partecipanti verranno aiutati nella stesura del loro pensiero: ogni incontro sarà inaugurato da una parte teorica, per poi proseguire con un esercizio, la condivisione degli scritti col gruppo e una lettura finale biblioterapica.

Domenica 24 febbraio andrà in scena, alle 17, fuori abbonamento, fratello+sorella, il lavoro con cui Kronoteatro ha analizzato la solitudine, le ansie, le paure, dei ragazzi che non vengono aiutati a crescere, a essere indipendenti, attraverso una lettura onirica della fiaba dei fratelli Grimm. Sabato 2 marzo torna ad Albenga Frigoproduzioni con Tropicana, uno spettacolo che, tra ironia e nonsense, cela il malessere di una generazione senza ideali, una generazione che “esplode” tra balli superficiali, bevendo una bibita dolce. Il 30 marzo si aprirà il secondo focus della stagione, con Parole imbrogliate, di Massimiliano Civica, in cui racconterà aneddoti, storie, detti memorabili e vita di Eduardo De Filippo. Un modo divertente e pieno di leggerezza per entrare in contatto col grande maestro napoletano.

Venerdì 5 aprile, Un quaderno per l’inverno, Premio Ubu 2017 a Massimiliano Civica per la regia e ad Armando Pirozzi per il miglior testo italiano, che racconta la storia di un introverso professore che, rientrando in casa, vi trova un ladro: i due si confronteranno su idee, sentimenti, interrogativi dolorosi, in un dialogo per entrambi nuovo e inaspettato. Tra i due spettacoli, da domenica 31 marzo a mercoledì 3 aprile, dalle ore 15 alle ore 19 – Ex Biblioteca Civica – Via E.D’Aste, 6, Massimiliano Civica terrà un laboratorio per attori gratuito, “Il mestiere della recitazione”, in cui, attraverso improvvisazioni, esercizi e giochi, i partecipanti prenderanno coscienza del proprio personale e unico strumento e del modo in cui questo giustifica, incarna e fa “accadere” l’evento del teatro.

Venerdì 3 maggio andrà in scena Amleto, di Michele Sinisi, in cui il testo shakespeariano è smontato e reintrodotto sulla scena attraverso un soliloquio. L’ultimo appuntamento della Kronostagione sarà sabato 11 maggio, con Piccoli eroi, de Il Teatro del Piccione, in cui tre personaggi femminili, in sequenza, accolgono gli spettatori per farli viaggiare, immobili sulle loro sedie, nel destino di chi coraggiosamente parte da casa per salvarsi la vita, o di chi si mette in viaggio, con altrettanto coraggio, per diventare grande.

Per quel che riguarda, invece, la stagione dedicata al pubblico più giovane, si inizierà giovedì 22 novembre 2018, alle 10, al Teatro Ambra, dove andrà in scena Pollicino de Il Teatro del Piccione, un invito a diventare grandi senza paura o, perlomeno, a dar voce alla paura sana, intrinseca in ogni distacco. Mercoledì 6 marzo, ore 10, ci sarà Biancaneve, la vera storia, di Crest, spettacolo vincitore Premio Eolo Award 2018 e Premio Padova 2017 – Amici di Emanuele Luzzati (XXXVI Festival Nazionale del Teatro per i Ragazzi), uno spettacolo che vuole portare gli spettatori per mano “dietro le quinte” della storia, dove prendono forma e vita i personaggi, i loro sentimenti e le loro azioni. Giovedì 11 aprile, La Compagnia delle Meccaniche Semplici porterà in scena Alice nella scatola delle meraviglie, un gioco che, nell’atto stesso di mostrare ironicamente le “finzioni” del teatro, crea le cornici tra sogno e coscienza delle avventure di Alice. Seguirà, giovedì 9 maggio, Accadueo di Giallo Mare Minimal Teatro, che vede in scena, oltre l’attrice Vania Pucci, l’artista multimediale Giulia Rubenni, che utilizza una particolare macchina scenografica con cui si crea la scenografia dove l’attrice si muove e racconta.

Info, prenotazioni e vendita biglietti e abbonamenti: Kronoteatro – Ex Biblioteca Civica, Via E. D’Aste, 6 Albenga – 0182630369 / 380_3895473 / info@kronoteatro.it / www.kronostagione.it. Biglietteria aperta martedì e sabato dalle ore 16 alle 19. Prevendita biglietti il martedì e il sabato nella settimana di ogni spettacolo / apertura botteghino Spazio Bruno ore 20.30. Posto unico € 15 / Studenti under 26 € 12 / Teatro ragazzi al mattino € 5. ABBONAMENTI A 10 SPETTACOLI SERALI: Intero € 100 / Ridotto € 80 (under 26, convenzionati e over 65) / Abbonamento sostenitore Kronoteatro € 150

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*