Savona, rassegna concertistica dedicata alla musica da camera

Savona. Anche quest’anno l’Associazione Rossini proporrà, a partire dal prossimo 18 ottobre, una rassegna concertistica dedicata alla musica da camera, articolata in nove appuntamenti da ottobre a maggio. La XXIII stagione si svolgerà nell’Auditorium della Accademia Musicale Ferrat-Cilea, nella Sala dei Cattivi Maestri (Officine Solimano), nella Sala Stella Maris, nella Chiesa di Sant’Andrea per l’omaggio a don Giampiero Bof e al Teatro Chiabrera che ospiterà “L’histoire du soldat” di Igor Stravinskij. I concerti inizieranno di norma alle ore 21, alcuni sono programmati nel tardo pomeriggio alle ore 18.

La nuova stagione conferma le linee che hanno contraddistinto le precedenti edizioni: “attenzione agli interpreti provenienti dal nostro territorio, ampia scelta nei programmi che contengono musiche di un vasto arco di tempo, apertura senza pregiudiziali verso diversi generi e repertori. Si è costituito a Savona un Polo Musicale che ha lo scopo di coordinare le attività di alcune Associazioni  tra cui la nostra. In questo programma si cominciano a vedere i primi risultati di queste collaborazioni: alcuni concerti si terranno presso l’Accademia Musicale; con l’Opera Giocosa  e con i Cattivi Maestri proporremo l’Histoire du soldat di Stravinskij. L’impegno unito delle diverse Associazioni può consentirci così, di realizzare quello che da soli non sarebbe certamente stato possibile”.

Il concerto inaugurale, venerdì 19 ottobre ore 18 (Accademia Musicale), vedrà impegnato il pianista russo Eduard Kunz, indicato dal “BBC Music Magazine” come uno dei dieci grandi pianisti del prossimo futuro, vincitore di quattordici primi premi nei più prestigiosi Concorsi Pianistici Internazionali. Il concerto, che è in programma anche la sera precedente ad Albenga (Palazzo Oddo), prevede l’esecuzione della funambolica Sonata n. 2 di Rachmaninov e la Suite n. 2 di George Enescu detta “Des cloches sonores”.

Sarà poi la volta, giovedì 8 novembre ore 21 (Accademia Musicale), della pianista ragusana Diana Nocchiero che in due concerti (la sera precedente a Palazzo Oddo ad Albenga) eseguirà una dei massimi capolavori della letteratura pianistica, l’integrale dei Préludes di Claude Debussy, di cui quest’anno si ricorda il centenario della scomparsa. I brani di Debussy saranno preceduti da una piccola selezione dei “Péchés de vieillesse” di Gioacchino Rossini, di cui quest’anno si ricorda il centocinquantesimo anniversario della scomparsa, una raccolta di 150 pezzi vocali e per pianoforte solo, composti a Parigi dopo il ritiro dalle scene teatrali del grande compositore pesarese.

Seguirà, giovedì 15 novembre alle ore 21, al Teatro Chiabrera, l’opera da camera “L’histoire du soldat” di Igor Stravinskij su testo di Charles Ferdinand Ramuz presentata nella versione originale integrale del 1918. Protagonisti gli Attori della Compagnia Cattivi Maestri e i Solisti del Conservatorio Puccini di La Spezia. La regia è di Jacopo Marchisio. Lo spettacolo, frutto della collaborazione con il Teatro dell’Opera Giocosa e con i Cattivi Maestri, sarà rappresentato anche a La Spezia e, per le scuole, ad Albenga e Savona e sarà inserito nel calendario delle manifestazioni programmate in occasione del centenario della fine della Prima Guerra Mondiale.

Giovedì 29 novembre alle ore 18.00 e alle ore 21.00, nella Chiesa di S. Andrea, “Omaggio a Don Giampero Bof”, maratona di voci e strumenti a cura degli amici musicisti che eseguiranno brani a loro scelta in memoria e ricordo del teologo e sacerdote savonese.

Chiuderà la prima parte della stagione giovedì 6 dicembre alle ore 18.00 e alle ore 21 (Accademia Musicale) la prima esecuzione assoluta di “Pentafora” del compositore savonese Marco Lombardi, brano commissionato dalla ns. Associazione che sarà eseguito da un quintetto composto da: Elena Bacchiarello, clarinetto; Laura Guatti, flauto; Giacomo Lucato, violino; Davide Maffolini, violoncello e Loris Orlando pianoforte. Il brano della durata di circa cinquanta minuti è articolato in cinque parti: apre il pianoforte solista e a seguire il duo violino e violoncello, il trio clarinetto flauto e pianoforte, il quartetto flauto, clarinetto, violino e violoncello per chiudere con il quintetto al completo.

Dopo una lunga pausa invernale la rassegna riprenderà giovedì 7 marzo alle ore 21 (Sala Cattivi Maestri) con una serata dedicata al Jazz classico che vedrà protagonista il pianista Riccardo Zegna, che presenterà un programma con musiche di Ellington, Monk e dello stesso Zegna.

Mercoledì 20 marzo ore 21 (Accademia Musicale), Salvatore Salonio, voce e Giovanni Giannini, pianoforte faranno rivivere l’atmosfera culturale dei salotti borghesi dell’Italia a cavallo tra ottocento e novecento con un concerto dal titolo: “Van li effluvi delle rose” dove saranno eseguite composizioni vocali e pianistiche di Tosti, Respighi, Mascagni e Puccini.

Giovedì 11 aprile alle ore 18 (Sala Stella Maris) sarà la volta del Quartetto Improvviso formato da Paola Esposito e Antonio Fiori, mandolino; Alessandro Fiori, mandola e Marco Pizzorno, chitarra. Il concerto intitolato “Un pizzico….di mandolino” spazierà dalla musica originale per questa formazione a partire dal ‘700, a celebri pagine della tradizione napoletana fino ad arrivare ad un repertorio contemporaneo. Saranno presentati inoltre frammenti di opera, della tradizione popolare e trascrizioni di brani che ben si adattano alle sonorità pizzicate dei mandolini e della chitarra, senza dimenticare un doveroso omaggio alle più belle musiche da film.

Chiuderà la rassegna, giovedì 9 maggio alle ore 21 (Accademia Musicale) il pianista savonese Loris Orlando con una Soirée Rossini che presenterà un programma con musiche di Rossini, su Rossini, oltre a brani composti da amici e suoi contemporanei con uno sguardo rivolto anche ai compositori che furono influenzati dal Cigno pesarese.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*