Umanità in movimento: a Pietra Ligure “Viaggiando verso un sogno”

Pietra Ligure. “Viaggiando verso un sogno” è il nome della serata che un gruppo di associazioni locali, ottenuto il patrocinio del Comune di Pietra L., propongono (a Pietra presso il Cinema G. Morelli), per lunedì 8 ottobre alle ore 21, nell’ambito del ciclo di appuntamenti “Umanità in movimento”. Al centro della serata è in programma la proiezione del medio-metraggio di Wim Wenders, interpretato anche da grandi nomi, “Il Volo” (32 min), girato nel 2010 in Calabria intorno a Riace. Quella è la zona, sulla “punta dello stivale”, dove sono state sperimentate forme di accoglienza particolari, inserite in un progetto di recupero del territorio e di un tessuto economico che a causa dello spopolamento di quei luoghi erano in crisi.

Tra le altre cose, di questa “progettualità pilota” (riproducibile in diverse forme), diventata famosa in tutto il mondo anche grazie alla diffusione di questo film, parlerà, nei suoi interventi, Claudio Gabriele, il produttore esecutivo che ha seguito in tanti aspetti la realizzazione di questa fiction-documentaristica.

“L’Idea di fondo attorno a cui si vuole ragionare con la proiezione di quest’opera – Marco Parisi dell’Associazione Stella del Carmo, tra le promotrici dell’evento – è la stessa idea intorno alla quale ragioneremo durante il corso di tutto il ciclo di serate, la conversione dei conflitti, dei problemi e delle difficoltà generate dal modello economico e politico dominanti, in opportunità per costruire (o ri-costruire) qualcosa di positivo per tutti, donne, uomini, stranieri ed italiani. Non vogliamo rassegnarci ad analisi semplicistiche che non tengono conto delle dinamiche che riducono le persone più svantaggiate in “risorse umane” o “forza lavoro a basso costo” per progetti speculativi e di sfruttamento, in un sistema classista, repressivo e piramidale spesso molto permeabile alle mafie. Non vogliamo, però, neppure lasciare ancora spazio a pericolose derive razziste ed a demagogie mistificanti che non eliminano i problemi, come qualcuno vorrebbe far credere, ma ne fanno parte. Restiamo umani e mettiamoci in movimento, insieme, alla ricerca di un buon senso, viaggiando orientandoci con fari luminosi… verso un sogno”.

“È proprio di oggi, ironia della sorte, la notizia, che uno di questi fari, Mimmo Lucano, il Sindaco di Riace è stato messo agli arresti domiciliari come misura cautelare in seguito ad accuse poco consistenti nel contesto di una realtà regionale e nazionale fortemente corrotta che ha coinvolto partiti di potere della nuova o della vecchia maggioranza (pensiamo ai 49 milioni di euro sottratti dalla Lega ora al governo, per esempio). Una delle accuse imputategli ricorda, nemmeno troppo vagamente, i provvedimenti della milizia fascista in seguito all’emanazione, nel 1937, delle leggi contro il meticciato. Leggi che, per altro, venivano applicate in maniera aleatoria a seconda delle simpatie o delle compiacenze politiche. Si guardino bene alle spalle gli amministratori che non sono allineati con i dictat del regime. Rischiano grosso… oggi. Esprimiamo la nostra solidarietà umana e “politica” a Mimmo Lucano ed invitiamo a partecipare numerosi alla manifestazione culturale che vi abbiamo proposto in questa comunicazione” conclude Marco Parisi.

La proiezione del cortometraggio di W. Wenders è il primo di una serie di incontri titolati “Umanità in Movimento”. La seconda serata, “Immigrazione clandestina: a chi conviene?”, si terrà il 23 ottobre alle ore 21 nella Sala Consiliare del Comune di Pietra L. dove con Leonardo Palmisano, docente di sociologia urbana al Politecnico di Bari e scrittore, si parlerà del problema delle mafie che con il caporalato sfruttano e schiavizzano lavoratori, migranti e no.

L’ultimo incontro “Territori accoglienti: costruiamoli con i profughi e i migranti” si terrà a novembre, in data ancora da stabilirsi. Dopo una chiacchierata con i ragazzi ospiti dei centri di accoglienza e un rinfresco offerto dalle associazioni Guido Viale, sociologo e giornalista, e Roberta Ferruti, giornalista e portavoce della rete dei Comuni Solidali, parleranno di come sia possibile convertire i problemi causati da guerre e da un sistema economico insostenibile in opportunità per tutti e di accoglienza.

L’evento è stato organizzato da varie associazioni che operano sul territorio (L’Altra Liguria, Ass. Stella del Carmo, Libera, il gruppo I.SO.LA, Forum BLD) in collaborazione con il CEIS e ha avuto il patrocinio del Comune di Pietra Ligure.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*