Anche a Loano “La Mela di Aism” per la lotta alla sclerosi multipla

Loano. Arriva anche a Loano “La Mela di Aism”, la nuova campagna per la raccolta fondi da destinare alla ricerca scientifica e ai progetti per i giovani con sclerosi multipal promossa da Aism, l’Associazione Italiana Sclerosi Multipla.

Da giovedì 4 ottobre, giornata del Dono Day, a domenica 7 ottobre ritorna in 5 mila piazze italiane “La Mela di Aism”. I 13 mila volontari di Aism distribuiranno oltre 4 milioni di gustose mele rosse, verdi e gialle per costruire insieme un futuro migliore per le persone con sclerosi multipla.
A Loano la campagna si svolgerà in piazza Rocca giovedì 4 ottobre e sabato 6 e domenica 7 ottobre (in caso di maltempo, la campagna si terrà i giorni 13 e 14 ottobre). L’iniziativa gode del patrocinio del Comune di Loano.
I fondi raccolti con “La Mela di Aism” saranno destinati alla ricerca scientifica: “C’è ancora molto da fare per comprendere gli aspetti nascosti della sclerosi multipla, cercare nuove terapie, chiarire quali sono e come agiscono gli aspetti genetici, i fattori ambientali, quali molecole del nostro corpo sono coinvolte nei processi infiammatori della sclerosi multipla. Grazie a voi Aism con la sua Fondazione (Fism) negli ultimi 10 anni, ha potuto investire oltre 65 milioni di euro, per importanti attività di ricerca sulla sclerosi multipla. Dobbiamo continuare su questa strada”.

Ma i fondi andranno a sostenere anche le attività di supporto alle persone con sclerosi multipla: “Organizziamo progetti per i giovani e le donne con sclerosi multipla quali sportelli informativi e di orientamento; incontri di auto-aiuto in grado di rispondere a quesiti e problemi che si presentano nella loro quotidianità sanitaria, sociale e lavorativa; convegni sul territorio che garantiscono un costante dialogo con ricercatori. Abbiamo realizzato anche il blog www.giovanioltrelasm.it dove tutti possono ‘raccontarsi’, riconoscersi e ‘sentirsi a casa’. Sono progetti fondamentali per migliorare la qualità di vita delle persone con sclerosi multipla”.

Consolidato il rapporto tra “La Mela di Aism” e chef Alessandro Borghese, che ancora una volta sarà testimonial dell’evento e suggerirà una ricetta gustosissima, adatta a tutti, da fare in famiglia per grandi e piccini, il “Budino mille gusti”.
“Come ogni anno al nostro fianco nelle piazze ci saranno tante associazioni amiche, che anche questa volta danno il proprio contributo per una causa così importante. Istituto Nazionale del Nastro Azzurro, Associazione Nazionale del Fante, Associazione Nazionale Marinai d’Italia, Associazione Arma Aeronautica, Associazione Nazionale Carabinieri, Associazione Nazionale Finanzieri d’Italia, Associazione Nazionale Bersaglieri, Associazione Nazionale Carristi, Unione Nazionale Sottufficiali Italiani, Associazione Nazionale della Polizia di Stato, Associazione Nazionale dei Vigili del Fuoco, Croce Rossa Italiana, Segretariato Italiano Giovani Medici, Progetto Assistenza, Confederazione Nazionale delle Misericordie d’Italia, le Organizzazioni di Volontariato di Protezione Civile e Assoraider. Partner di questa edizione de ‘La Mela di Aism’ è Pompadour, marchio leader in Italia di infusi e tisane in bustine. Nelle piazze saranno distribuiti, assieme ai sacchetti, campioni di infuso di ‘Mela d’Oriente’ una squisita composizione di frutta maturata al sole con l’aroma dolce e avvolgente della mela e dei fichi”.

“La Mela di Aism 2018 fa parte delle celebrazioni del 50^ anniversario di Aism ed è inserita all’interno della campagna di azione #SMuoviti lanciata da Aism proprio in questo anno così importante”.
“Questo evento nelle piazze è una occasione per fare qualcosa di concreto e dare ai giovani, i più colpiti da sclerosi multipla, una miglior qualità di vita e un futuro senza sclerosi multipla, in famiglia, tra gli amici e, fondamentale, nel mondo del lavoro”, dichiara Angela Martino, presidente nazionale di Aism. Alla manifestazione in piazza “La Mela di Aism” è legata anche la possibilità di donare mandando un Sms al numero solidale 45512 del valore di 2 euro per ciascun Sms inviato da cellulari Wind Tre, TIM, Vodafone, PosteMobile, CoopVoce e Tiscali. 5 euro per ciascuna chiamata fatta allo stesso numero da rete fissa TWT, Convergenze e PosteMobile. Sarà di 5 o 10 euro per ciascuna chiamata fatta sempre allo stesso numero 45512 da rete fissa TIM, Wind Tre, Fastweb, Vodafone e Tiscali. I fondi raccolti andranno a sostenere importanti progetti di ricerca sulla sclerosi multipla progressiva, la forma più grave di sclerosi multipla, ad oggi ancora orfana di terapie efficaci.
“La cura definitiva, quella che farà scomparire completamente la sclerosi multipla, non c’è, arriverà solo quando saranno chiari tutti i fattori che la scatenano. Ma oggi la sclerosi multipla in Italia è già un’emergenza sanitaria e sociale che costa al Sistema Sanitario Nazionale oltre 5 miliardi all’anno. Ogni tre ore arriva una nuova diagnosi, delle 118 mila persone con sclerosi multipla, il 10 per cento sono bambini e il 50 per cento sono giovani sotto i 40 anni. È la seconda causa di disabilità nei giovani dopo gli incidenti stradali”.
Ufficio

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*