Laigueglia “S. MaTè, da u-mò e da-a tera”, il grande giorno dei fuochi

A Laigueglia prosegue “S. MaTè, da u-mò e da-a tera”, la fiera della tradizione e delle eccellenze, con i festeggiamenti in onore di San Matteo, Patrono di Laigueglia, promossa dal Comune di Laigueglia in collaborazione con le associazioni cittadine. Dopo il taglio del nastro di ieri prosegue la giornata con l’esposizione, dedicata alla marineria, all’artigianato, all’enogastronomia e allo sport lungo un percorso che si snoda attraverso 120 stands in una cornice ideale per un evento che da 36 anni si è affermato anche grazie al successo di pubblico.

Tutto pronto per i tradizionali fuochi d’artificio; lo spettacolo è previsto per le 22,30 di questa sera che saranno sparati dal molo. Per la giornata di domani è prevista la santa messa alle 17,30 con processione del Santo Patrono con commiato di don Francesco Ramella e un discorso dell’arciprete don Danilo Galliani.

Garantito un servizio bus navetta che consentirà ai visitatori di parcheggiare l’auto al cimitero nuovo e di raggiungere la fiera di San Matteo già dalle 9 del mattino fino alle 23 la sera per i primi due giorni e dalle 9 alle 20 per il terzo e ultimo giorno di festa. Da ricordare che “S. MaTè, da u-mò e da-a tera”, precede altri due eventi altrettanto prestigiosi che si terranno a ottobre ovvero il “Weekend in rosa” dedicato alle donne e “Il Salto dell’Acciuga”.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*