Andora, torna il Festival del bonsai

I rituali dell’arte giapponese e la coltivazione dei Bonsai possono essere un ottimo antistress che sempre più italiani stanno scoprendo. Per questo il Festival del Bonsai di Andora, in programma ad Andora, il 15 e 16 settembre, oltre alla bellissima esposizione di bonsai, la mostra mercato con i maggiori produttori italiani ed europei, propone svariati work in cui appassionati e neofiti potranno approcciarsi alla filosofia zen e alle tecniche artistiche che possono migliorare anche l’equilibrio psicofisico.

La manifestazione è ad ingresso libero, si svolge nel parco delle Farfalle. L’evento è organizzato dal Comune di Andora in collaborazione con Drynemetum, Associazione Culturale Bonsai No Profit.

Fitto il programma con conferenze, stage gratuiti o a contributo minimo, con esperti nelle tecniche di coltivazione ed incontri dedicati alla cultura, alla filosofia e sulla scrittura Giapponese. Nel corso delle due giornate, il pubblico potrà richiedere di fare anche una visita guidata alla mostra dei preziosi bonsai.

Gli stand di vendita e la mostra sarà aperta, sabato , dalle 9.00 alle 23.00 e domenica dalle 9.00 alle 19.00.

PROGRAMMA Sabato 15 settembre
09.00 – 23.00 Apertura area espositiva
11.30 Inaugurazione mostra e aperitivo di benvenuto
15.00 – 18.00 Lavorazione in contemporanea e dimostrazione di tecniche bonsai tratutti i club partecipanti.
16.00 – 17.30 Work-Shop di Sumi-e con il M° Shozo Koike.
Non è necessario avere conoscenze pittoriche, perché si potrà sperimentare una tecnica diversa, per tutti sarà la prima volta. Dalla diluizione dell’inchiostro alla preparazione delle gradazioni, per finire con la creazione di un’ immagine, un percorso dentro il mondo e la cultura del Sol Levante. Durante la lezione si imparerà: la preparazione dell’inchiostro e l’uso del pennello, le caratteristiche del sumi (l’inchiostro nero) realizzando semplici soggetti naturali. A parziale rimborso dei materiali da utilizzare durante i laboratori (carta, inchiostro, pennelli ecc. ecc.) si chiede un contributo di € 10.
16.00 – 18.00 Esibizione e dimostrazione di Kendo – Il Kendo si può definire come una scherma con la spada giapponese in cui, ai fini dell’allenamento, si è sostituita la spada autentica (KATANA) con lo SHINAI, una sorta di bastone composto da quattro stecche di bambù tenute insieme da parti accessorie di cuoio. È un’arte marziale di origini molto antiche, codificato nella forma attuale durante l’era Meiji (1868-1911).
18.00 – 19.00 Incontro con Sonia Stella e Bruna Parma: “Sumi-e e Kusamono due mondi che si incontrano” 18.00 – 19.30 “La Spada Giapponese tra leggenda e realtà” Il M° Riccardo Baucia, il M° Ormas Alessandro e Andrea Gaffuri presentano uno spaccato di una cultura antica.
20.00 – Cena conviviale aperta a tutti e consegna dei premi.
La cena conviviale, a cura della locale Pro Loco di Andora, si terrà all’interno del parco, sarà aperta a tutti, si potranno degustare prelibati piatti tipici liguri e ascoltare musica dal vivo con Zio Jack – regali in musica – si canta … si ride … si balla …

PROGRAMMA Domenica 16 settembre
09.00 – 19.00 apertura mostra e area espositiva
10.30 – 12.00 Work-Shop di Sumi-e con il M° Shozo Koike.
Non è necessario avere conoscenze pittoriche, perché si potrà sperimentare una tecnica diversa, per tutti sarà la prima volta. Dalla diluizione dell’inchiostro alla preparazione delle gradazioni, per finire con la creazione di un’ immagine, un percorso dentro il mondo e la cultura del Sol Levante. Durante la lezione si imparerà: la preparazione dell’inchiostro e l’uso del pennello, le caratteristiche del sumi (l’inchiostro nero) realizzando semplici soggetti naturali. A parziale rimborso dei materiali da utilizzare durante i laboratori (carta, inchiostro, pennelli ecc. ecc.) si chiede un contributo di € 10.
15.00 – 17.00 Seminario/laboratorio di Kusamono & Shitakusa tenuto da Paolo Giai con Bruna Parma: Il workshop teorico pratico avrà lo scopo di far scoprire ai partecipanti l’affascinante mondo delle composizioni erbacee giapponesi: shitakusa e kusamono. Come comporle, coltivarle, ed infine come esporle all’interno del tokonoma nel modo più appropriato, abbinate al bonsai nel caso delle shitakusa, o come soggetti principali nel caso delle kusamono. A parziale rimborso dei materiali da utilizzare nella realizzazione delle composizioni, che saranno forniti dall’organizzazione, (piantine, terricci, sottovasi …) si chiede un contributo di € 10.
15.00 – 17.30 Lavorazione in contemporanea e dimostrazione di tecniche bonsai tra tutti i club partecipanti
18.00 – Premiazione del Club per la migliore lavorazione e premiazione della pianta più votata dal pubblico
19.00 – Chiusura manifestazione

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*